Amazon aggiunge “supplementi carburante e inflazione”

Mercoledì scorso, Amazon ha annunciato che, per la prima volta nella storia dell’azienda, addebiterà ai venditori “un supplemento carburante del 5% e un’inflazione”.

per me Affari CNNLe nuove tasse vengono imposte perché “l’inflazione è notevolmente peggiorata negli ultimi mesi”.

In una nota a livello aziendale, Amazon ha dichiarato: “Nel 2022, ci aspettavamo di tornare alla vita normale con l’allentamento delle restrizioni di Covid-19 in tutto il mondo, ma il carburante e l’inflazione hanno posto più sfide”.

“Non è chiaro se questi costi inflazionistici aumenteranno o diminuiranno, o quanto dureranno”, ha affermato la società.

Patrick Graham, un portavoce della società, ha affermato che le commissioni aggiuntive si applicano solo alle tariffe pagate dai venditori che scelgono di utilizzare i servizi di evasione ordini di Amazon. Questi servizi includono l’immagazzinamento, l’imballaggio e la spedizione dei prodotti.

Secondo quanto riferito, i venditori che non utilizzano Amazon Fulfillment Services non saranno interessati.

Le commissioni di Amazon sono l’ultimo esempio di come le aziende stanno reagendo all’aumento dei costi energetici e all’aumento del costo generale di beni e servizi dovuto all’inflazione.

Il mese scorso, Lyft, il popolare servizio passeggeri, ha annunciato che stava aggiungendo un supplemento aggiuntivo di 55 centesimi per ogni corsa servita al fine di compensare l’aumento dei prezzi della benzina.

Lettere di notizie menzionato Che tutti i soldi guadagnati attraverso questo supplemento saranno restituiti direttamente ai conducenti Lyft e che rimarrà in vigore per “almeno 60 giorni”.

A metà marzo Uber annunciare Un’iniziativa simile a quella del loro concorrente. Uber ha annunciato che addebiterà un costo aggiuntivo da 45 a 55 centesimi su tutte le sue corse e aggiungerà un costo aggiuntivo da 35 a 45 centesimi su tutte le consegne di Uber Eats.

READ  I senatori sollevano preoccupazioni per l'acquisto di Activision Blizzard da parte di Microsoft

Tuttavia, i conducenti hanno affermato che il compenso aggiuntivo che avrebbero ricevuto dai loro datori di lavoro non era sufficiente.

Secondo un blog di “The Rideshare Guy”, il 43% dei conducenti di Uber e Lyft ha affermato di aver guidato meno auto o di aver abbandonato i propri furgoni a causa dell’alto costo del carburante.

Questi costi elevati e i pochi autisti di soccorso che hanno ricevuto pochi soccorsi, li hanno spinti a organizzare una protesta davanti al quartier generale di Uber a Manhattan.

I nuovi supplementi Amazon per i suoi venditori potrebbero diminuire e influenzare i consumatori poiché i rivenditori cercano di compensare l’aumento dei costi di hosting della loro attività su Amazon.

Il Bureau of Labor Statistics ha affermato che i fornitori hanno aumentato i prezzi dell’11,2% a marzo a causa dell’aumento dell’inflazione 8,5% su base annuale.

Nella nota a livello aziendale, Amazon ha dichiarato: “Come molti, abbiamo assistito a significativi aumenti dei costi e li abbiamo interiorizzati, ove possibile, per ridurre l’impatto sui nostri partner di vendita. Quando abbiamo aumentato le commissioni, ci siamo concentrati sull’affrontare i costi durevoli e garantire che le nostre tariffe erano competitive con quelle dei nostri fornitori di servizi. altri”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply