I Am Celine Dion: una cantante scoppia in lacrime nel trailer di un nuovo documentario sulla sua malattia neurologica

Celine Dion è pronta a sollevare il sipario e fornire uno sguardo onesto dietro le quinte della sua vita con la sindrome della persona rigida (SPS) nel suo prossimo documentario, Io: Celine Dion.

Nel primo trailer del film, uscito giovedì (23 maggio), Dionne è seduta su una sedia e guarda nella telecamera mentre dice: “Mi è stato diagnosticato un disturbo neurologico molto raro.

“E non ero pronta a dire nulla prima, ma sono pronta adesso”, ha aggiunto, emettendo un grande sospiro.

Il trailer continua con un montaggio di scene tagliate che la mostrano mentre si esibisce durante i tour precedenti e canta in cabina di registrazione.

“Quando registri, suona alla grande”, dice Dionne. “Ma quando vai a teatro, è ancora più bello.”

“Lavoro duro ogni giorno”, dice tra i segmenti di terapia fisica. Ma devo ammettere che è stata una lotta”.

“Mi manca così tanto”, continua, scoppiando in lacrime. la gente. Mi mancano. Se non posso correre, camminerò. Se non posso camminare, gattono. E non mi fermerò.”

Celine Dion nel trailer del film
Celine Dion nel trailer di “I Am: Celine Dion”. (Primo Video)

A Dionne è stata diagnosticata la SPS nel dicembre 2022. Si tratta di una malattia neurologica autoimmune rara e incurabile che in genere causa rigidità muscolare nel tronco di una persona. Nel corso del tempo, possono sviluppare rigidità e spasmi alle gambe e ad altri muscoli Clinica di Cleveland.

“Non è difficile mettere su uno spettacolo”, dice Dionne. “È difficile cancellare lo spettacolo.”

READ  Il nuovo film "Jurassic World" vede l'amico di Robert nel ruolo principale

La cantante di “It’s All Coming Back to Me”, 56 anni, ha dovuto riprogrammare la tappa europea del suo tour mondiale in seguito alla sua diagnosi. Successivamente ha annunciato la cancellazione dell’intero tour mondiale nel maggio 2023.

“Voglio che sappiate che non mi arrenderò”, scrisse all’epoca su Instagram.

Alla domanda su chi La rivista Vogue In un’intervista del mese scorso, se i fan si aspettavano di vederla di nuovo in tournée, Dion ha detto: “Non posso rispondere… perché per quattro anni mi sono detto che non tornerò, che non sto tornando.” Pronto, non sono pronto.

Alla luce della situazione attuale, non posso stare qui a dirvi: sì, tra quattro mesi. “Non lo so… il mio corpo me lo dirà”, ha detto. “D’altra parte non voglio solo aspettare. È moralmente difficile vivere alla giornata. È dura, sto lavorando molto e domani sarà ancora più dura una cosa che non si fermerà mai, ed è la volontà. È la passione. “Il sogno. È la determinazione”.

“Questo documentario stimolante è una lettera d’amore ai suoi fan, mettendo in risalto la musica che ha guidato la sua vita e mostrando allo stesso tempo la resilienza dello spirito umano”, si legge nello slogan ufficiale del documentario.

Diretto dalla regista nominata all’Oscar Erin Taylor. Io: Celine Dion Sarà disponibile in streaming su Prime Video dal 25 giugno.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply