Il telescopio spaziale Hubble ha perso la maggior parte dei suoi giroscopi

Ingrandire / Telescopio spaziale Hubble sopra la Terra, ripreso durante la missione STS-125, missione di servizio 4, maggio 2009.

I giroscopi del venerabile telescopio spaziale Hubble sono stati esauriti e quando non ne rimarrà più nessuno, lo strumento smetterà di fare scienza significativa.

Per poter mantenere il telescopio, che opera nello spazio da quasi tre decenni e mezzo, la NASA ha annunciato martedì che ridurrà le operazioni di Hubble in modo che funzioni con un solo giroscopio. Ciò limiterà alcune operazioni scientifiche e ci vorrà più tempo per puntare il telescopio e agganciarlo a nuovi oggetti.

Ma in una teleconferenza con i giornalisti spaziali, i funzionari di Hubble hanno confermato che l’amato strumento scientifico non andrà da nessuna parte presto.

“Personalmente non considero questo un grosso limite alla loro capacità di fare scienza”, ha affermato Mark Clampin, direttore della Divisione di Astrofisica presso il quartier generale della NASA a Washington, D.C.

Dalle sei all’una

Il telescopio Hubble è stato lanciato a bordo dello Space Shuttle della NASA nel 1990 e da allora l’agenzia spaziale ha effettuato cinque missioni di manutenzione per riparare e aggiornare il complesso strumento. Fino ad oggi, offre all’umanità la migliore visione dell’universo nella gamma della luce visibile dello spettro.

L’ultima di queste missioni di servizio è stata effettuata da uno Space Shuttle Atlantide Nel 2009, ha apportato numerosi miglioramenti, inclusa la sostituzione di tutti e sei i giroscopi che aiutano a puntare e dirigere il telescopio. Tuttavia, nei 15 anni successivi, tre dei sei giroscopi hanno fallito. Negli ultimi sei mesi, un altro dispositivo, il Giro 3, ha restituito dati sempre più falsi. Ciò ha fatto sì che Hubble entrasse più volte in modalità provvisoria, interrompendo le operazioni scientifiche.

READ  Gli scienziati affermano che il ricongelamento dei poli della Terra è sia possibile che notevolmente economico

Di conseguenza, l’agenzia spaziale ha solo due giroscopi pienamente operativi. Uno di questi, Gyro 4, ha operato per un totale di 142.000 ore. Un altro, il Gyro 6, ha accumulato 90.000 ore. Il piano della NASA ora è quello di far funzionare il telescopio su un singolo giroscopio, mantenendo il secondo come opzione di “backup”.

La NASA ha affermato che il lavoro su un singolo giroscopio è possibile, con impatti relativamente modesti sulle capacità di osservazione. Sarà meno efficiente e richiederà più tempo per segnalare. Ciò comporterà una perdita di circa il 12% del tempo di monitoraggio. Il telescopio inoltre non sarà in grado di osservare gli oggetti più vicini a Marte, comprese Venere e la Luna.

Tuttavia, facendo questo passo ora, l’agenzia spaziale ritiene di poter estendere la vita operativa di Hubble di un altro decennio. Patrick Cross, project manager del telescopio, ha affermato che esiste una probabilità del 70% che Hubble possa mantenere le operazioni scientifiche utilizzando un singolo giroscopio fino al 2035.

“Non riteniamo che Hubble sia allo stremo”, ha detto martedì.

Da un punto di vista scientifico è importante che Hubble continui a funzionare. Ora che il potente telescopio spaziale James Webb è attivo e funzionante, i due strumenti formano un ottimo duo. Osservando Hubble nella luce visibile e Webb nell’infrarosso, gli astronomi possono ricavare nuove preziose informazioni sulla natura dell’universo.

Un altro compito di servizio? No grazie

Oltre all’invecchiamento degli strumenti scientifici e alla diminuzione del numero di giroscopi, la NASA deve affrontare anche altre sfide riguardanti la vita degli strumenti. Il telescopio opera tipicamente tra 615 km e 530 km sopra la superficie terrestre. Tuttavia, il telescopio probabilmente scenderà al di sotto dei 500 chilometri quest’anno. A basse altitudini, alcune osservazioni del telescopio sono influenzate da altri satelliti in orbita terrestre bassa.

READ  La luna non ha un sistema di posizionamento globale (GPS). La NASA e l'Agenzia spaziale europea stanno cercando di risolverlo.

Clampin ha detto martedì che gli operatori dei telescopi non si aspettano che Hubble ritorni nell’atmosfera terrestre prima della metà degli anni ’30. Questo, combinato con il limite del giroscopio, sembra porre limiti rigorosi alla durata massima rimanente di Hubble.

Tuttavia, nel 2022, Jared Isaacman, il miliardario che ha volato sull’aereo La prima missione umana completamente commerciale Per orbitare a bordo della Crew Dragon, mi sono rivolto alla NASA per svolgere una missione di manutenzione per il telescopio spaziale Hubble. Ha proposto di finanziare la maggior parte della missione che avrebbe, come minimo, potenziato il telescopio spaziale Hubble di almeno 50 chilometri.

Dopo che la NASA e SpaceX hanno condotto uno studio di fattibilità alla fine di quell’anno, all’agenzia spaziale è stato consigliato di indagare ulteriormente sulla possibilità di una missione commerciale. Come minimo, il telescopio poteva essere potenziato in sicurezza, ma c’erano anche opzioni che includevano il collegamento di inseguitori stellari e giroscopi esterni per compensare il malfunzionamento del sistema di guida del telescopio.

Ma la NASA ha deciso di non perseguire questa opzione.

“La nostra posizione ora è che dopo aver esplorato le capacità commerciali esistenti, non procederemo con il processo di riconsolidamento ora”, ha detto martedì Clampin.

Alla domanda sullo studio, che la NASA ha rifiutato di pubblicare per ragioni di proprietà, Clampin ha detto: “Era uno studio di fattibilità per aiutarci a comprendere alcuni dei problemi e delle sfide che potremmo dover affrontare”. “C’erano opzioni come la possibilità di apportare miglioramenti aggiungendo giroscopi all’esterno del telescopio, ma in realtà erano solo concetti teorici.”

READ  Nessuna voce interna? Un nuovo studio rivela il suo effetto sulla memoria

Apparentemente la NASA ha deciso che era più sicuro lasciare che Hubble invecchiasse da solo, piuttosto che rischiare che mani private toccassero il sacro telescopio. Stiamo per vedere come va.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply