Johnson delinea un piano di aiuti all'Ucraina; La casa potrà essere operativa nel giro di poche settimane

Il presidente Mike Johnson ha esposto pubblicamente le possibili condizioni per nuovi aiuti militari statunitensi all’Ucraina, un forte segnale che intende far passare alla Camera un pacchetto che molti repubblicani considerano tossico e stanno cercando di bloccare.

Le sue condizioni potrebbero collegare l’aiuto di Cave a una misura che annullerebbe il divieto del presidente Biden su nuovi permessi per gli impianti di esportazione di gas naturale liquefatto, che i repubblicani vedono come una vittoria politica contro l’agenda climatica del presidente democratico. Questa azione Sig. Dando a Johnson una potente vittoria persiana, ciò bloccherebbe un terminal di esportazione proposto nel suo stato natale, la Louisiana, situato su un canale marittimo che collega il Golfo del Messico al Lago Charles.

“Quando torneremo dopo questo periodo di lavoro, sposteremo un prodotto, ma presenterà alcune importanti novità”, ha affermato il Sig. Lo ha detto Johnson in un'intervista su Fox News domenica.

Ciò suggerisce fortemente che un pacchetto di aiuti per l’Ucraina, bloccato per mesi a Capitol Hill a causa dell’opposizione repubblicana, potrebbe far uscire il Congresso nel giro di poche settimane. Ha un forte sostegno tra i democratici e i principali repubblicani, ed è stato il principale ostacolo sulla sua strada alla Camera, e Mr. Johnson rifiutò. Aiuti a Kiev.

Ma dopo che il Senato ha approvato un pacchetto di aiuti da 95 miliardi di dollari per Ucraina e Israele, il sig. Mentre Johnson si trova ad affrontare le pressioni dell’amministrazione Biden e degli alleati della NATO, il portavoce repubblicano è alla ricerca di una via da seguire con il disegno di legge. nel suo stesso ordine.

READ  L'uragano Agatha atterra in Messico

Ora la domanda è, Sig. La questione non è se Johnson lascerà che gli aiuti arrivino sul campo, ma in che forma e quando.

Nell'intervista, ha discusso apertamente come strutturare gli aiuti, dicendo di non aver raggiunto alcuna conclusione definitiva sull'opportunità di votare alla fine, ma ha detto che stava “lavorando per costruire quel consenso” tra i repubblicani della Camera.

Sig. Johnson ha citato il REPO Act, che svenderebbe i beni sovrani russi congelati e pagherebbe parte degli aiuti, come un’idea allo studio.

“Se usiamo i beni sequestrati agli oligarchi russi per permettere agli ucraini di reagire, questa è solo poesia”, ha detto.

I funzionari statunitensi erano stati precedentemente scettici sull’idea, avvertendo che non esistevano precedenti per il sequestro di ingenti somme di denaro da un altro paese sovrano e che la mossa avrebbe potuto avere conseguenze legali ed economiche imprevedibili. Solo circa 5 miliardi di dollari di asset russi sono nelle mani di aziende statunitensi; Più di 300 miliardi di dollari di asset delle banche centrali russe sono nascosti nei paesi occidentali.

Ma l’amministrazione Biden ha tranquillamente accettato l’idea in un contesto di diminuzione dei finanziamenti per l’Ucraina.

“Anche il presidente Trump ha parlato di questa idea”, ha affermato il sig. Pubblicato da Johnson.

E a febbraio, alla Casa Bianca, Mr. In un incontro con Biden e altri leader del Congresso, ha prima sollevato in privato il sostegno alla revoca della moratoria dell’amministrazione Biden sulle esportazioni di gas naturale liquefatto. Vietando le esportazioni interne di energia degli Stati Uniti, lui e altri repubblicani affermano che l’amministrazione ha aumentato la sua dipendenza dal gas russo e dal presidente Vladimir V. Sostenevano che Putin avesse indirettamente finanziato l’attacco. Ha citato il caso Calcasieu Pass 2 Terminale di esportazione proposto Nella Louisiana.

READ  SF DA emette un mandato di arresto per il gallerista accusato di ospitare una donna

“Vogliamo liberare l'energia americana”, ha detto il Sig. Johnson ha detto. “Vogliamo che le esportazioni di gas naturale contribuiscano a finanziare lo sforzo bellico di Vladimir Putin”.

Nel loro insieme, Sig. Le misure delineate da Johnson sembrano mirate a convincere i repubblicani scettici che copriranno almeno il costo del pacchetto di aiuti. Ha anche preso in considerazione l’idea di spingere per nuove sanzioni contro la Russia, anche se domenica non ne ha parlato.

In particolare, la revoca del divieto sul gas naturale liquefatto potrebbe rappresentare un potente impulso politico per i repubblicani, aumentando la pressione sulla Casa Bianca affinché abbandoni una politica che hanno a lungo condannato.

L’amministrazione ha sospeso i nuovi permessi di esportazione dopo mesi di proteste da parte degli ambientalisti, i quali sostenevano che l’aggiunta di nuove strutture per l’esportazione di gas avrebbe bloccato decenni di ulteriori emissioni di gas serra, un fattore chiave del cambiamento climatico. L’amministrazione ha affermato che ci vorrà del tempo per studiare l’impatto dei nuovi permessi sul clima, sulla sicurezza nazionale e sull’economia.

Gli Stati Uniti esportano ancora più gas naturale liquefatto di qualsiasi altro paese e la capacità di esportazione è destinata a raddoppiare entro il 2027, poiché il governo ha già approvato una manciata di nuovi terminali di esportazione.

Sig. La ricerca di Johnson lo pone al centro di due forze potenti e opposte. Guidato dalla deputata Marjorie Taylor Green della Georgia e dall'ex presidente Donald J. L’estrema destra di Trump, sostenuta dal suo partito, lo ha esortato a non consentire un voto sugli aiuti all’Ucraina, che gli Stati Uniti sostengono non dovrebbero essere forniti. Decine di miliardi di dollari nella guerra di un altro paese. Ma i leader della maggior parte dei paesi della NATO, Mr. Johnson ha avvertito che il mancato aiuto a Kiev potrebbe portare al collasso della giovane democrazia, che i repubblicani chiave, tra cui Mr. Gli fanno eco Biden e i Democratici.

READ  Guida definitiva per acquistare una biciclette elettriche a pedalata assistita come scegliere le migliori nel 2022 - I migliori 40 compilati!

Prima di ritirarsi dalla Camera Washington alla fine del mese scorso, Mr. La signora Green ha presentato una mozione per chiedere la rimozione di Johnson.

Domenica il sig. Johnson ha definito la mossa una “distrazione dal nostro lavoro”, ma ha condiviso la frustrazione della signora Green per le spese approvate dal Congresso per prevenire le chiusure del governo, cosa che lei intende affrontare questa settimana.

Allo stesso tempo, il sig. Johnson dovette affrontare la costante pressione dei leader di tutto il mondo che cercavano di fargli capire i costi dell’inazione americana.

Sig. Johnson e il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj hanno parlato telefonicamente giovedì, e Mr. Zelenskyj ha informato il presidente della terribile situazione sul campo di battaglia in Ucraina e ha sollecitato un “rapido invio” degli aiuti.

Sig. ha detto Zelenskyj.

“Riconosciamo che ci sono opinioni diverse su come procedere alla Camera dei Rappresentanti”, ha scritto il presidente ucraino sui social media, “ma è importante mantenere la questione degli aiuti all'Ucraina come fattore unificante”.

Brad Bloomer E Lisa Friedmann Rapporto contribuito.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply