Novembre 27, 2021

Watchitalia.it

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Watch Italia

L’asteroide più vicino alla Terra potrebbe essere il frammento perduto della Luna di Kamo’oalewa

Vista artistica del semi-satellite terrestre Camo’Oleva vicino al sistema Terra-Luna. Gli astronomi che utilizzano il grande telescopio binoculare hanno dimostrato che questo potrebbe essere un pezzo di luna perduto. Credito: ft Graham / Università dell’Arizona

Un team di ricercatori guidati dall’Università dell’Arizona pensa che l’asteroide più vicino Kamo`oalewa potrebbe effettivamente essere una piccola luna.

L’asteroide più vicino alla Terra è Camoleva Secondo un nuovo studio pubblicato, potrebbe essere un frammento della nostra luna Contatti Naturali Terra e Ambiente Da un team di astronomi guidato dall’Università dell’Arizona.

Kamo`Oleva Un semi-satellite – un sottoinsieme di asteroidi in orbita attorno al Sole ma vicino alla Terra. Non si sa molto di questi prodotti perché sono vertiginosi e difficili da notare. Kamo`Oleva Scoperta dal telescopio PanSTARRS alle Hawaii nel 2016, e il nome – trovato in un mantra della creazione hawaiano – si riferisce a una prole che viaggia a modo suo. L’asteroide ha all’incirca le dimensioni di una ruota panoramica – da 150 a 190 piedi di diametro – e si trova a circa 9 milioni di miglia dalla Terra.

A causa della sua orbita, Kamo`oalewa può essere osservata dalla Terra solo per alcune settimane ogni aprile. Le sue dimensioni relativamente ridotte possono essere viste solo da uno dei più grandi telescopi della Terra. Utilizzando un grande telescopio gestito da UArizona sul Monte Graham nel sud dell’Arizona, un team di astronomi guidato dallo studente laureato in scienze planetarie Ben Sharkey ha scoperto che lo schema della luce riflessa da Camolova, noto anche come spettro, corrisponde alle rocce lunari. NASASi dice che le missioni di Apollo abbiano avuto origine dalla luna.

READ  La Corea del Nord testa il primo missile del sottomarino in due anni

Non è ancora certo come la squadra si sia rotta. Il motivo è, in parte, che non ci sono altri asteroidi conosciuti di origine lunare.

“Ho visto ogni spettro di asteroidi vicino alla Terra e nulla corrispondeva”, ha detto Sharkey, l’autore principale del documento.

La discussione sull’origine di Kamo`oalewa tra Sharkey e il suo consigliere UArizona Professore Associato Vishnu Reddy ha portato ad altri tre anni di ricerca di una spiegazione credibile.

Reddy, un coautore che ha lanciato il progetto nel 2016, ha dichiarato: “Eravamo scettici sulla morte. COVID-19 Con lo spegnimento del telescopio, il team ha scoperto la parte finale del puzzle nel 2021.

“Questa primavera abbiamo ottenuto le osservazioni di follow-up tanto necessarie, ‘Aha questo è reale’, ha detto Sharkey.” È più facile da spiegare con la luna che con qualsiasi altra idea. “

L’orbita di Kamo`oalewa è un altro indizio del suo aspetto lunare. La sua orbita è simile a quella della Terra, ma con una leggera inclinazione. Secondo Renu Malhotra, coautore dello studio, UArizona Professor of Planetary Science, che ha guidato la sezione di analisi orbitale dello studio, la sua orbita non è tipica degli asteroidi vicino alla Terra.

“Non è molto possibile per un asteroide di tipo giardino vicino alla Terra muoversi spontaneamente in un’orbita semi-satellitare come Kamo`oalewa”, ha detto. “Non sarà molto lungo in questa particolare orbita, sono solo circa 300 anni nel futuro e stimiamo che sia entrato in questa orbita circa 500 anni fa”, ha detto Malhotra. Il suo laboratorio sta lavorando a un documento per esplorare ulteriormente l’aspetto dell’asteroide.

READ  Allerta antincendio della polizia olandese durante le proteste di Rotterdam contro le operazioni del governo 19

Kamo`oalewa è circa 4 milioni di volte più debole della stella più debole visibile all’occhio umano nel cielo scuro.

“Queste osservazioni impegnative sono state innescate dall’enorme potere di raccolta della luce dei doppi telescopi da 8,4 metri di grandi telescopi”, ha affermato Al Conrad, co-editore della ricerca scientifica del personale del telescopio.

Nota: “Il materiale silicato simile alla luna forma il semi-satellite della Terra (469219) 2016 HO3 Kamoʻoalewa” 11 novembre 2021, Comunicazioni Terra e ambiente.
DOI: 10.1038/s43247-021-00303-7

Lo studio include anche i dati del Lowell Discovery Telescope su Floxstop, in Arizona. Altri coautori nel documento includono Olga Kunn, Christian Violet, Barry Rothberg e David Thompson, il grande telescopio binoculare; Audrey Truine del Lowell Laboratory e Juan Sanchez dell’Istituto di scienze planetarie di Tucson. La ricerca è stata finanziata dal programma Near-Earth Object Monitor della NASA.