L'opposizione turca rivendica la vittoria a Istanbul, Ankara dà un colpo a Erdogan | Notizie sulle elezioni

Il sindaco di Istanbul Ekrem Imamoglu ha salutato la vittoria come un duro colpo per la presidenza turca dopo due decenni.

Il principale partito di opposizione turco ha ottenuto la vittoria nelle elezioni locali di Istanbul e Ankara, consegnando al presidente Recep Tayyip Erdogan e al suo Partito Giustizia e Sviluppo (Partito AK) la più grande sconfitta in più di due decenni.

Con oltre il 95% delle urne aperte domenica a Istanbul, il sindaco del Partito Repubblicano (CHP) Ekrem Imamoglu ha rivendicato la vittoria sul candidato al potere del Partito AK di Erdogan con oltre 1 milione di voti.

“Coloro che non capiscono il messaggio della nazione alla fine falliranno”, ha detto domenica scorsa l'ex uomo d'affari Imamoglu a migliaia di sostenitori.

“Stasera, 16 milioni di cittadini di Istanbul hanno inviato un messaggio ai nostri rivali e al presidente”.

Nella capitale Ankara, il sindaco Mansur Yavas del CHP ha rivendicato la vittoria sul suo rivale, salutando il risultato come “un messaggio chiaro a coloro che governano questo Paese”.

Il CHP era presente anche nella terza città della Turchia, Izmir.

In totale, il CHP ha conquistato 36 delle 81 province della Turchia, ha riferito Anadolu, facendo breccia in diverse roccaforti del partito AK.

I sostenitori dell'opposizione si sono riuniti a Istanbul per celebrare i risultati, con decine di migliaia di torce accese e sventolanti bandiere turche.

In un discorso dal balcone del palazzo presidenziale, Erdogan, che governa la Turchia dal 2002, ha riconosciuto che il suo partito ha “perso statura” in tutto il paese e ha detto che rifletterà su se stesso e correggerà gli errori.

READ  'Una recessione nei prossimi 12 mesi non è al centro': le azioni sono crollate venerdì. Perché gli investitori intelligenti si concentrano sul gioco lungo

“Correggeremo i nostri errori, correggeremo le nostre carenze”, ha detto.

Nelle precedenti elezioni locali del 2019, Imamoglu ha vinto la corsa a sindaco di Istanbul, il più grande colpo elettorale fino ad oggi per Erdogan e il suo partito AK. La sconfitta ha toccato anche il cuore personale di Erdogan, che è nato e cresciuto in città e ne è stato sindaco negli anni ’90.

Le elezioni locali di domenica rappresentano un nuovo colpo per il presidente, che punta a riprendere il controllo di quelle aree urbane.

Domenica circa 61 milioni di persone potranno votare per sindaci, consiglieri provinciali e altri funzionari locali nelle 81 province della Turchia.

Le elezioni locali a livello nazionale sono state viste dagli analisti e dall'opinione pubblica come una misura sia del sostegno di Erdogan che della resistenza dell'opposizione, in un contesto di crescente inflazione e di declino della valuta turca rispetto al dollaro.

Sinan Ulgen, direttore del think tank Edam con sede a Istanbul, ha dichiarato all'Associated Press che il “risultato sorprendente” è stato il risultato della volontà degli elettori di punire il partito al governo per lo stato dell'economia e ha descritto le elezioni come “lo spartiacque di Imamoglu”. .”

“Emergerà come il candidato naturale dell'opposizione per il prossimo turno delle elezioni presidenziali”, ha detto Ulgen.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply