Punti Notre Dame vs USC, da asporto: # 6 Trojans viaggio mentre Caleb Williams ruba le luci Heisman

In un giorno in cui squadre di alto livello come la numero 2 dell’Ohio State e la numero 8 di Clemson hanno subito pesanti perdite in casa, la USC n. 15 Notre-Dame. Caleb Williams ha inchiodato la vittoria dei Trojan con una prestazione che ha caratterizzato diverse giocate degne di nota e quattro partite complete mentre il secondo quarterback ha sostenuto l’Heisman Trophy per una difesa irlandese combattiva e di alta qualità.

Anche Austin Jones ha fatto molto per contribuire oltre il traguardo delle 100 yard nella sua seconda partita quando i Trojans sono usciti dopo l’infortunio di fine stagione al linebacker Travis Day. In difesa, i Trojan hanno rinunciato ad alcune grandi giocate nel gioco di passaggio, ma hanno messo in campo un forte attacco di Notre Dame e hanno escogitato alcuni passaggi di frizione.

Il Fighting Irish ha forzato un punt e aveva la palla solo sul 31-21 con 6:03 rimanenti, ma il difensore dell’USC Calin Pollock è saltato davanti a un passaggio di Drew Payne destinato alla star di Notre Dame Michael Meyer e ha tirato fuori un’intercettazione con 4: 56 rimanenti. Affrontando il quarto e due sul possesso successivo, Williams ha tenuto il pallone per un touchdown di 16 yard per concludere la partita.

La USC ora entra nel Pac-12 Championship Game la prossima settimana con un record di 11-1 sotto la guida dell’allenatore del primo anno Lincoln Riley. Nel frattempo, Notre Dame ha concluso la sua prima stagione regolare sotto la guida dell’allenatore Marcus Freeman con un punteggio di 8-4.

Caleb Williams ruba la scena

Una rapida occhiata ai box score è un modo inefficace per valutare la prestazione di Williams contro il Fighting Irish. Le sue 232 yard di passaggio sono la terza media di passaggi più bassa della stagione, ma il numero non riesce a raccontare la storia di come ha dominato il gioco. Al secondo e tredicesimo gioco alla fine del terzo quarto, Williams è corso indietro e ha aggirato diversi difensori e in qualche modo ha convertito un potenziale licenziamento in un guadagno di 19 yard che ha spostato i Trojan nel territorio di Notre Dame.

READ  I giocatori della NFL chiedono perché a Tagovailoa è stato permesso di giocare

Poche giocate dopo, ha schivato un altro licenziamento e ha schernito la difesa di Notre Dame mentre si dirigeva verso la end zone su una corsa di 3 yard che ha portato l’USC avanti 31-14 all’inizio del quarto quarto. Di volta in volta, il trasferimento in Oklahoma ha lasciato cadere potenziali licenziamenti per guadagnare tempo affinché i suoi ricevitori si aprissero. Mentre i suoi numeri del gioco non saltano fuori dalla pagina, in parte è perché USC aveva solo nove possedimenti … beh, otto se non si conta l’ultimo possesso dei Trojan quando il pallone si è inginocchiato.

Su quegli otto veri possedimenti, i Trojan ne hanno segnati sei con cinque touchdown e un solo field goal. Hanno inseguito solo una volta durante l’intero gioco. E quando lo hanno fatto, è stato Williams a occuparsene. Con l’USC schierato sulla pistola mentre affrontava il 4 ° e l’8 nel proprio territorio, Williams ha calciato la palla per 58 yard per un touchdown.

Due giocate fondamentali

Mentre molti dei punti salienti di questo gioco si concentreranno su Williams, e giustamente, due giochi in particolare si sono distinti sopra gli altri nel determinare l’esito del gioco. Il primo è arrivato all’inizio del secondo quarto con Notre Dame in svantaggio per 10-0 ma in trasferta in territorio USC. Affrontando il quarto e 1 sulla linea delle 27 yard dei Trojan, Freeman ha scelto di andare oltre, ma la difesa dell’USC ha ottenuto un buon scatto e ha riempito il portatore di palla Mitchell Evans prima che potesse raggiungere i bastoni. Se il Fighting Irish avesse segnato un touchdown su possesso, o anche un field goal, avrebbe dato al primo tempo un sapore diverso.

READ  Il numero 3 TCU vince il numero 2 sul Michigan nel Fiesta Bowl 2022 e nella semifinale CFP Classic

La seconda giocata che ha cambiato la partita è arrivata sul possesso di apertura del terzo quarto con il Notre Dame Football che si è spinto in profondità nel territorio della USC mentre era in svantaggio per 17-7. Gli irlandesi avevano coperto 49 yard nella serie quando il disastro si è verificato sotto forma di un fumble di Drew Payne. Ralen Goforth è caduto su di esso per i Trojan sulla linea delle 26 yard dell’USC. Meno di tre minuti dopo, l’USC ha completato un touchdown drive per il 24-7. A pochi minuti dalla fine, Notre Dame era sulla buona strada per renderlo un gioco a possesso unico. Ma all’improvviso, è diventato un gioco di possesso a tre giocatori a causa dello swing creato dalla confusione.

Effetti della PCP

Con le sconfitte contro il numero 2 dell’Ohio State e il numero 5 della LSU sabato, i Trojan saliranno dal numero 6 nella nuova classifica CFP martedì sera. La domanda è quanto in alto. Con un’altra vittoria su un avversario classificato al suo attivo, USC ha motivo di saltare al quarto posto in classifica davanti a Ohio State. A differenza dei Trojan, i Buckeyes non giocheranno per un titolo di conferenza la prossima settimana dopo essere stati decimati 45-23 in casa contro il numero 3 del Michigan.

Ma i difensori dell’Ohio State sosterranno che i Buckeyes non dovrebbero essere puniti così severamente per aver subito una sconfitta contro i Wolverines n. i Troiani a questo punto. La vera rottura potrebbe avvenire la prossima settimana se i Trojan riuscissero a vincere il Pac-12 Championship Game. Se l’USC entra nella CFP, sarà la prima volta dalla stagione 2016 che una squadra Pac-12 farà parte del campo a quattro squadre.

READ  Super Bowl LVI: i fan invitano il "patetico" BLAST contro Cincinnati Bengals per aiutare LA Rams a vincere

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply