Un telescopio rileva un laser spaziale galattico a 5 miliardi di anni luce di distanza che ha battuto un record

Un potente telescopio in Sud Africa ha rilevato un laser spaziale, noto come megamaser, a 5 miliardi di anni luce dalla Terra. Gli studiosi lo hanno chiamato Nkalakatha, una parola Izulu che significa “grande capo”.

Nkalakatha è l’ossidrile più lontano del suo genere mai rilevato ed è stato scoperto dal telescopio MeerKAT la prima notte di un’indagine che avrebbe dovuto includere 3.000 ore di osservazione. Il team di scienziati, che lavora per l’International Center for Radio Astronomy Research, ha pubblicato il proprio lavoro in Lettere del diario astrofisico.

“È impressionante che in una sola notte di osservazioni, abbiamo effettivamente trovato un megamaser da record”, ha affermato il dott. Marcin Glowacki, del Center for International Radio Astronomy Research della Curtin University. comunicato stampa. “Mostra solo quanto è buono il telescopio.”

Il Megamaser viene solitamente creato quando due galassie si scontrano violentemente tra loro, provocando un’esplosione di luce. MeerKAT è progettato per catturare il tipo di luce – che si trova sulla “porzione radio dello spettro elettromagnetico”, secondo gli astronomi – che Nkalakatha emette.

Telescopio Meerkat © SARAO

Osservatorio di radioastronomia sudafricano


Andando avanti, gli astronomi hanno in programma di utilizzare MeerKAT per guardare in profondità in parti ristrette del cielo con l’obiettivo di saperne di più su come l’universo si è evoluto nel tempo.

“I dispositivi OH giganti si comportano come luci lampeggianti che dicono ‘Ecco la collisione di galassie che crea nuove stelle e alimenta buchi neri supermassicci'” Egli ha detto Jeremy Darling, professore all’Università del Colorado, è un esperto di megamagazer e coautore dello studio.

Gli scienziati hanno notato nel loro lavoro che “il telescopio è molto nuovo, quindi speriamo che questa scoperta sia una delle tante a venire”.

READ  Le navicelle spaziali più lontane degli umani inviano strani segnali dall'esterno del nostro sistema solare

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply