Anniversario: Gmail compie 20 anni

SAN FRANCISCO (AP) – I cofondatori di Google Larry Page e Sergey Brin adoravano fare scherzi, così poco dopo aver fondato la loro azienda un quarto di secolo fa iniziarono a pubblicare idee stravaganti ogni primo di aprile. Un anno, Google Pubblicata un'offerta di lavoro al Centro di ricerca Copernicus sulla Luna. Un altro anno, ha detto la società Prevedeva un rilascio “gratta e annusa”. funzionalità nel suo motore di ricerca.

Le battute continuavano ad abbondare mentre le persone imparavano a ridere di un altro esempio di malizia di Google. Ecco perché 20 anni fa, il primo di aprile, Page e Brin decisero di pubblicare qualcosa a cui nessuno credeva.

Era Gmail è un servizio gratuito che vanta 1 gigabyte di spazio di archiviazione Secondo i calcoli, un terabyte è una quantità quasi pedonale nell'era degli iPhone. Ma aveva una capacità di posta elettronica sufficiente per archiviare circa 13.500 email prima di esaurire lo spazio, rispetto alle sole 30-60 email dei principali servizi di webmail gestiti da Yahoo e Microsoft. Ciò si traduce in uno spazio di archiviazione della posta elettronica da 250 a 500 volte maggiore.

Oltre ai passi da gigante nello spazio di archiviazione, Gmail include anche la tecnologia di ricerca di Google in modo che gli utenti possano recuperare rapidamente informazioni da vecchie email, foto o altre informazioni personali archiviate nel servizio. Unisce automaticamente una serie di comunicazioni sullo stesso argomento in modo che tutto confluisca come se fosse un'unica conversazione.

“L'idea originale era di mettere insieme le tre “S”: archiviazione, ricerca e velocità”, ha affermato l'ex dirigente di Google Marissa Mayer, che ha contribuito a progettare Gmail e altri prodotti aziendali e in seguito è diventata CEO di Yahoo.

Era una proposta strabiliante e, poco dopo che l'Associated Press aveva diffuso la storia di Gmail nel pomeriggio del primo di aprile del 2004, i lettori iniziarono a chiamare e inviare e-mail all'agenzia di stampa per riferire che era stata ingannata dai burloni di Google.

READ  Liz Truss del Regno Unito libererà miliardi di sterline per aiutare le bollette energetiche

“Faceva parte del fascino di creare un prodotto che la gente non credeva fosse reale. Ha cambiato idea sulle applicazioni possibili in un browser web,” ha ricordato l'ex ingegnere di Google Paul Buchheit durante una recente intervista ad AP sui suoi sforzi per costruire Gmail.

Ci sono voluti tre anni come parte di un progetto chiamato “Caribo”, un riferimento alla gag che correva nel fumetto di Dilbert. “C'era qualcosa di assurdo nel nome Caribou che mi ha fatto ridere”, ha detto Buchheit, il 23esimo dipendente ad essere assunto in un'azienda che ora impiega più di 180.000 persone.

L'AP sa che Google non sta scherzando su Gmail, perché a un giornalista di AP è stato improvvisamente chiesto di venire da San Francisco al quartier generale dell'azienda a Mountain View, in California, per vedere qualcosa che potesse valere la pena del viaggio.

Dopo essere arrivato al complesso aziendale ancora in espansione noto come “Googleplex”, il giornalista di AP è stato introdotto in un piccolo ufficio dove Page sedeva davanti al suo computer portatile e sfoggiava un sorriso malizioso.

Page, che allora aveva solo 31 anni, ha continuato a mostrare la casella di posta dal design elegante di Gmail e a spiegare quanto velocemente funzionava sul browser Web Explorer di Microsoft, ora in pensione. Ha sottolineato che la finestra di controllo principale non presenta un pulsante di eliminazione perché non è necessario e, poiché Gmail ha così tanto spazio di archiviazione, è facilmente ricercabile. “Penso che la gente lo adorerà”, aveva predetto Page.

Come per molte cose, la pagina era perfetta. Gmail ora ha 1,8 miliardi di account attivi, ciascuno dei quali offre 15 gigabyte di spazio di archiviazione gratuito con Google Foto e Google Drive. Sebbene si tratti di uno spazio di archiviazione 15 volte maggiore rispetto a quello inizialmente offerto da Gmail, non è ancora sufficiente per molti utenti che raramente vedono la necessità di eliminare i propri account, come sperava Google.

READ  Argentina vs Francia Finale della Coppa del Mondo: segui in diretta

Google, Apple e altre aziende ora guadagnano vendendo capacità di archiviazione aggiuntiva nei loro data center, un ammasso digitale di e-mail, foto e altri contenuti. (Nel caso di Google, le tariffe vanno da $ 30 all'anno per 200 gigabyte di spazio di archiviazione a $ 250 all'anno per 5 terabyte di spazio di archiviazione). L’esistenza di Gmail, di altri servizi di posta elettronica gratuiti e degli account di posta elettronica interni che i dipendenti utilizzano per il loro lavoro è il motivo per cui è disponibile più spazio di archiviazione rispetto a 20 anni fa.

“Abbiamo cercato di cambiare il modo in cui la gente pensa, perché la gente lavora in questo modello di deficit di risparmio da così tanto tempo che l'eliminazione è diventata la norma”, ha detto Buchheit.

Gmail rappresentava ancora un punto di svolta in molti modi, diventando al tempo stesso il primo elemento fondamentale nell'espansione dell'impero Internet di Google oltre il suo motore di ricerca ancora dominante.

Gmail è stato seguito da Google Maps e Google Docs, insieme alle applicazioni di elaborazione testi e fogli di calcolo. Poi è arrivata l'acquisizione della piattaforma video YouTube, seguita dall'introduzione del browser Chrome e del sistema operativo Android che alimenta la maggior parte degli smartphone del mondo. Con l'intenzione dichiarata di Gmail di scansionare il contenuto delle e-mail per comprendere meglio gli interessi degli utenti, Google farà senza dubbio parte delle sue ambizioni in espansione di vendere più annunci.

Nonostante abbia suscitato subito scalpore, Gmail è stato lanciato con una portata limitata, poiché inizialmente Google aveva una potenza di calcolo sufficiente per supportare solo un piccolo pubblico.

READ  Cordarrelle Patterson dei Falcons stabilisce il marchio NFL per i touchdown iniziali

“Quando abbiamo lanciato, avevamo solo 300 macchine, ed erano macchine davvero vecchie che nessun altro voleva”, ha detto Buchheit ridendo. “Avevamo una capacità sufficiente solo per 10.000 utenti, il che era un po' ridicolo.”

Ma questa mancanza ha creato un’aria di esclusività attorno a Gmail, che ha portato a una forte domanda di inviti sfuggenti all’iscrizione. A un certo punto, gli inviti per aprire un account Gmail venivano venduti per $ 250 su eBay. “È diventata una valuta sociale in cui le persone dicevano: 'Ehi, ho ricevuto un invito da Gmail, ne vuoi uno?'”, ha detto Buchheit.

Sebbene sia diventato più semplice iscriversi a Gmail man mano che molti dei grandi data center di Google sono online, la società non ha accettato tutti gli utenti del servizio di posta elettronica fino a quando non ha aperto le porte al mondo nel 2007 come regalo di San Valentino.

Poche settimane dopo, il primo di aprile 2007, Google avrebbe annunciato una nuova funzionalità chiamata “Gmail Paper”, che avrebbe dato agli utenti la possibilità di stampare il proprio archivio di posta elettronica su ciò che Google ha descritto come “soia biologica post-consumo al 94%”. Freddo “E poi inviarglielo tramite il servizio postale. Google si stava divertendo in quel momento.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply