Elon Musk ha ricevuto il 72% dei voti degli azionisti Tesla sulla retribuzione

Secondo il Daily Mail britannico, gli azionisti di Tesla hanno sostenuto con decisione le proposte per confermare il pacchetto salariale multimiliardario di Elon Musk. I dettagli della votazione sono stati rilasciati venerdì.

È stato annunciato che le proposte saranno approvate giovedì durante l’assemblea annuale degli azionisti di Tesla, senza i totali sottostanti. Alla fine, circa il 72% delle azioni con diritto di voto ha sostenuto il pacchetto retributivo, escluse le azioni possedute da Musk e suo fratello Kimbal.

Per mesi, molti investitori di Tesla sono stati preoccupati per la portata del coinvolgimento di Elon Musk nella gestione dell’azienda di auto elettriche, dopo che un giudice del Delaware ha invalidato il suo pacchetto salariale.

Il piano di compensazione richiede che Musk detenga azioni per almeno cinque anni prima di venderle, e il valore del pacchetto continuerà a fluttuare prima che possa farlo. Al prezzo di chiusura di giovedì, le azioni valgono circa 48 miliardi di dollari.

Nel suo discorso agli azionisti dopo il voto, Musk ha dichiarato di essere impegnato con Tesla. Il pacchetto salariale “non è in realtà contanti, e non posso scappare, né voglio farlo”, ha detto.

Le azioni di Tesla sono scese di circa il 2% nelle prime negoziazioni di venerdì, invertendo alcuni dei guadagni realizzati il ​​giorno prima, quando Musk aveva detto che era prevista l’approvazione di un voto sui salari prima dell’annuncio dei risultati ufficiali. Legioni di sostenitori online di Musk hanno celebrato il voto e gli analisti hanno rivisto i loro rapporti sulle prospettive di Tesla.

Vanguard, la cui partecipazione del 7% in Tesla lo rende il secondo maggiore azionista della società dopo Musk, ha votato a favore del premio salariale nonostante avesse votato contro nel 2018. In una nota Spiegando il contrario, Vanguard ha affermato che, nonostante fosse preoccupata per la portata del pacchetto, “le circostanze uniche della valutazione retrospettiva del piano hanno eliminato le nostre preoccupazioni”.

READ  Le azioni salgono per il terzo giorno consecutivo, Dow sale di 200 punti

Il risultato è stato “un voto di fiducia in Elon”, hanno scritto gli analisti di Bernstein in una nota dopo il risultato. “Sebbene permanga qualche incertezza sul processo legale e sui prossimi passi, il voto su questo standard è stato un chiaro sostegno, alleviando le preoccupazioni che Elon possa lasciare l’azienda o dirigere più energia altrove”.

Il consiglio di amministrazione di Tesla spera che una seconda conferma del premio salariale, originariamente approvato nel 2018, possa convincere un tribunale del Delaware a ribaltare la sua sentenza. Il giudice del caso ha affermato che il premio era eccessivo ed è stato dettato da Musk a un consiglio di amministrazione con il quale aveva legami personali.

“Riteniamo che il voto di certificazione richiesto e forzato da Elon fosse profondamente viziato da un punto di vista legale, legalmente inefficace e non abbia alcun impatto sul nostro caso”, ha affermato Greg Varallo, un avvocato degli azionisti frustrati di Tesla che hanno contestato la paga di Musk in tribunale. un permesso.

Con il pacchetto retributivo, Musk deterrà il 20,5% di Tesla, rispetto al 13% circa. Musk ha detto che vorrebbe una quota del 25%, sottolineando a gennaio che questo sarebbe “abbastanza per me per essere influente, ma non abbastanza per impedirmi di essere estromesso”. Ha detto che se non ottiene una quota di quelle dimensioni, “preferirebbe costruire prodotti al di fuori di Tesla”.

Anche dopo il rialzo di questa settimana, quest’anno le azioni Tesla sono scese di oltre il 20%, rispetto a un guadagno del 14% nel mercato azionario più ampio. L’azienda rimane di gran lunga l’azienda automobilistica di maggior valore, con un valore di circa 600 miliardi di dollari, ma le preoccupazioni per l’intensa concorrenza e la debole domanda per i suoi modelli hanno pesato sul titolo.

READ  Un'indagine del Senato rileva che le BMW importate sono collegate al lavoro forzato in Cina

Giovedì, durante un’assemblea degli azionisti, Musk si è mostrato tipicamente ottimista sulla tecnologia di guida autonoma di Tesla, inclusa la promessa flotta di robotaxi, e ha affermato che il robot umanoide dell’azienda, chiamato Optimus, sarebbe diventato un’impresa privata multimiliardaria.

Gli analisti di mercato sono divisi sulla direzione che prenderà Tesla, con circa il 40% che valuta il titolo come “acquisto”, il 20% come “vendita” e il resto come “mantenimento”, secondo FactSet. L’intervallo di previsione dei prezzi è ampio, in media intorno al punto in cui il titolo viene scambiato attualmente.

L’obiettivo di prezzo di Bernstein implica un calo del 30% e gli analisti valutano il titolo come “sottoperformante”. Altri sono più ottimisti: gli analisti di Wedbush ritengono che il titolo potrebbe aumentare del 50% da qui in poi, e lo valutano come un “outperform”. Il risultato del voto sulla retribuzione è stato un “momento frizzante”, hanno scritto. “Tesla è Musk e Musk è Tesla.”

Pietro Ives, Jack Ewing E Michael J. de la Merced Contributo ai rapporti.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply