Giornalista ucciso nel raid russo a Kiev

Il primo carico di mais ucraino esportato attraverso il Mar Nero dall’invasione russa è salpato venerdì da un porto rumeno, secondo l’operatore portuale, eludendo un blocco navale russo che ha quasi fermato le esportazioni di grano ucraino.

Viorel Panayet, direttore di Comfix SA, che gestisce il porto, ha affermato che il carico di 71.000 tonnellate di mais ucraino ha lasciato il porto di Constanta su una nave cisterna all’inizio di venerdì.

L’Ucraina era uno dei maggiori esportatori di grano al mondo prima dell’invasione russa. È stato il quarto esportatore di mais, dopo Stati Uniti, Brasile e Argentina, nonché uno dei principali esportatori di grano, secondo l’USDA.

Ma l’invasione della Russia Danni alle fattorie ucraine e soffocò il flusso delle merci agricole che lasciavano i loro porti sul Mar Nero, Aiutaci ad aumentare i prezzi del grano Oltre alle preoccupazioni per la sicurezza alimentare globale.

Con il grano che si accumula nei silos all’interno del paese, commercianti, agricoltori e il governo ucraino stanno esplorando vie di esportazione alternative.

Constanta, un porto del Mar Nero a meno di 100 miglia dall’Ucraina e collegato all’Ucraina attraverso il Danubio, ha dimostrato di essere una di queste rotte. Sono allo studio altri porti polacchi sul Mar Baltico.

L’improvviso reindirizzamento delle esportazioni di grano dell’Ucraina ha causato problemi logistici. L’infrastruttura ferroviaria ucraina sta lottando per adattarsi, soprattutto perché i suoi binari dell’era sovietica sono di una scala diversa da quelli dei paesi vicini.

Panaite ha affermato che la spedizione di mais di venerdì è stata la prima ad essere esportata con successo dall’Ucraina attraverso il Mar Nero dall’inizio della guerra. Ha detto che il flusso costante di grano ucraino si stava facendo strada su chiatte lungo il Danubio fino a Costanza.

READ  Nuovi carri armati e artiglieria rafforzano le speranze dell'Ucraina di sconfiggere la Russia

“Ci siamo impegnati molto per creare questo flusso di merci perché qui sentiamo tutti che il popolo ucraino ha bisogno di questo aiuto”, ha affermato.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply