I militanti ucraini sono in balia di ciò che Putin afferma di aver vinto a Mariupol

  • La lotta per Mariupol è la battaglia più grande
  • Putin afferma che la Russia ha “liberato” la città
  • Gli Stati Uniti hanno deciso di inviare in Ucraina droni “Ghost” di nuova concezione

KIEV, 22 aprile (Reuters) – I militanti ucraini hanno mantenuto l’ultimo sospetto a Mariupol venerdì dopo che il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato “liberata” la città portuale dopo settimane di incessanti bombardamenti a seguito della più grande battaglia della guerra.

Tuttavia, gli Stati Uniti hanno negato le affermazioni di Putin, affermando di ritenere che le forze ucraine siano ancora di stanza in città. Rifiutando un ultimo avvertimento che gli ucraini si sarebbero arresi o sarebbero morti, Putin ha ordinato alle sue forze di porre l’assedio a un’enorme acciaieria.

L’Ucraina dice che Putin vuole evitare uno scontro finale con le sue forze a Mariupol perché non ha truppe per sconfiggerle. Ma le autorità ucraine hanno chiesto aiuto per evacuare civili e soldati feriti.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Durante un incontro televisivo al Cremlino, Putin si è congratulato con il suo ministro della Difesa e le truppe russe per lo “sforzo bellico per liberare Mariupol” e ha affermato che non era necessario attaccare la zona industriale con l’acciaieria Azovstel.

“Non c’è bisogno di arrampicarsi su queste catacombe e strisciare sottoterra attraverso queste strutture industriali… impedire che questa zona industriale sia accessibile anche da una mosca”, ha detto Putin.

Mariupol, un grande porto nella regione orientale del Donbass in Ucraina, situato tra i separatisti russi e le aree sotto il controllo della Crimea, è stato catturato nel 2014 sulla penisola del Mar Nero a Mosca. La cattura della città consentirebbe alla Russia di annettere le due regioni. leggi di più

READ  5 cose da sapere su Katherine Kimball Michelle, giudice di Tampa che ha annullato l'ordine della maschera da viaggio

Sebbene Putin abbia chiesto la sua prima grande ricompensa dall’espulsione delle sue truppe dalla capitale, Kiev e dall’Ucraina settentrionale il mese scorso, è inferiore alla chiara vittoria di Mosca dopo mesi di combattimenti nella città in rovina.

In un discorso serale, il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky ha affermato che la Russia sta facendo tutto il possibile per “parlare almeno di un certo successo”, inclusa la mobilitazione di nuovi comitati tattici di battaglione.

“Possono solo rimandare l’inevitabile: è tempo che gli invasori lascino il nostro territorio, inclusa la città di Mariupol, che continua a opporsi alla Russia, non importa quello che dicono gli occupanti”, ha detto Zhelensky.

Il complesso siderurgico è uno dei più grandi impianti metallurgici d’Europa, copre un’area di 11 chilometri quadrati e composto da grandi edifici, bunker sotterranei e tunnel.

L’intelligence militare britannica afferma che un’offensiva russa su vasta scala presso l’impianto potrebbe comportare la morte di un gran numero di russi e che la decisione di Putin di bloccarlo potrebbe portare al rilascio di truppe altrove nell’est.

Questa settimana la Russia ha intensificato la sua offensiva nell’Ucraina orientale e ha lanciato attacchi a lungo raggio contro altri obiettivi, tra cui Kiev e la città occidentale di Elviv.

I funzionari ucraini affermano che le forze russe hanno intensificato gli attacchi sull’intera linea del fronte a est e stanno cercando di lanciare un’offensiva nella regione di Kharkiv, nel nord-est.

L’intelligence militare britannica ha anche riferito di pesanti combattimenti nell’est mentre le forze russe hanno cercato di avanzare verso gli insediamenti, ma hanno affermato che stavano subendo vittime all’inizio della guerra e stavano inviando attrezzature in Russia per le riparazioni.

READ  Notizie recenti sulla guerra in Russia e Ucraina

La Russia chiama la sua invasione “operazione militare speciale” per militarizzare e “decostruire” l’Ucraina. Kiev ei suoi alleati occidentali rifiutano il massacro come falso pretesto per una guerra che ha ucciso migliaia di persone e sradicato un quarto della popolazione ucraina.

Giovedì gli Stati Uniti hanno approvato altri 800 milioni di dollari in aiuti militari all’Ucraina, che è stata distrutta dopo che l’artiglieria pesante e i droni “Ghost” appena lanciati hanno colpito i loro obiettivi. leggi di più

“Siamo ora in un momento critico mentre preparano il terreno per la prossima fase di questa guerra”, ha affermato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

Alla domanda sulla dichiarazione di vittoria di Putin a Mariupol, il portavoce del Dipartimento di Stato Nate Price ha detto: “Più disinformazione dal logoro playbook”.

Mariupol, che un tempo aveva una popolazione di 400.000 abitanti, ha visto non solo la peggiore guerra iniziata quando le forze russe hanno invaso il 24 febbraio, ma anche la sua peggiore catastrofe umanitaria.

L’Ucraina stima che decine di migliaia di civili siano stati uccisi lì. Le Nazioni Unite e la Croce Rossa affermano che il numero dei civili è almeno nell’ordine delle migliaia.

I giornalisti che hanno raggiunto Mariupol durante l’assedio hanno trovato cadaveri nelle strade, quasi tutti gli edifici distrutti e i residenti hanno osato intrufolarsi nelle cantine, cucinare spazzatura o seppellire corpi nei giardini.

Il sindaco della città di Mariupol, Vadim Poychenko, ha detto a Reuters che solo Putin potrebbe determinare il destino dei 100.000 civili intrappolati nella città.

“Ci sono ancora vite nelle mani di una persona: Vladimir Putin. Tutte le morti che accadranno ora saranno nelle sue mani”, ha detto Poichenko in un’intervista. leggi di più

READ  Atleta del Maryland, Mark Durjan concorda le parti reciproche; Danny Manning è stato nominato capo allenatore ad interim

Il vice primo ministro ucraino Irina Vareshchuk ha chiesto l’immediata evacuazione di 1.000 civili e 500 soldati feriti, accusando le forze russe di non riuscire a stabilire una rotta sicura, cosa che ha riconosciuto.

La Russia afferma di aver preso 140.000 civili da Mariupol in evacuazioni umanitarie. L’Ucraina afferma che alcuni sono stati espulsi con la forza, il che sarebbe un crimine di guerra.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rassegna stampa Reuters; Scrivendo Stephen Coates, Robert Brussel; Montaggio di Himani Sarkar e Kim Gokil

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply