Novembre 27, 2021

Watchitalia.it

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Watch Italia

I palestinesi accusano Shakeel di avere un surplus da pesare sull’economia della Cisgiordania

Ramallah (AFP) – Le imprese palestinesi stanno esaurendo più soldi israeliani: questo potrebbe non essere l’aspetto più discusso del conflitto, ma alcuni avvertono che è una preoccupazione crescente per l’economia palestinese.

I palestinesi in Cisgiordania usano lo shekel israeliano, ma, al di là di questo denominatore comune, i due sistemi finanziari differiscono notevolmente.

In Israele, come in molte economie avanzate, i pagamenti digitali stanno crescendo rapidamente, con banconote e valute che vengono scambiate una volta per tutte.

Ma in Cisgiordania, parte della quale è sotto il controllo militare israeliano dal 1967, il denaro è ancora il re.

Dasir Freeze, che possiede un negozio di ferramenta a Ramallah, ora deve pagare una commissione del due per cento per depositare cartamoneta presso l’AFP perché la sua banca è riluttante a ottenerla.

“È una crisi… ne sentiamo le conseguenze”, ha detto Freeze all’AFP.

La carta moneta viene introdotta da decine di migliaia di palestinesi che lavorano negli insediamenti israeliani o ebraici in Cisgiordania e ricevono salari in contanti.

Palestinesi marciano davanti a uno sportello di cambio valuta nella città di Ramallah in Cisgiordania il 5 ottobre 2021. (ABBAS MOMANI/AFP)

Esperti e commercianti affermano di creare valute pericolose che soffocheranno il sistema finanziario palestinese.

Freeze ha lamentato la necessità di convertire gli shekel in valute estere in generale, in particolare dollari o euro, per acquistare beni dall’estero, ma il gran numero di shekel nel mercato li ha costretti ad accettare tassi sfavorevoli dolorosi.

‘Discarica’

L’Autorità monetaria palestinese, la banca centrale in Cisgiordania, ha avvertito che si stanno costruendo shekel di carta perché non c’è modo di restituire la valuta forte a Israele.

READ  Aggiornamenti e notizie di Astros contro i Red Sox

Il governatore della BMA Fras Melhem ha dichiarato all’AFP che il riciclaggio di denaro sporco è un “problema molto preoccupante”, che causa grattacapi a banche e imprese.

“Se il problema non viene risolto rapidamente, il mercato palestinese diventerà una discarica per Shekel”, ha aggiunto.

Lo shekel è stato istituito come valuta ufficiale della Cisgiordania e della Striscia di Gaza a seguito dei cosiddetti accordi di Parigi a seguito degli accordi di Oslo tra Israele e l’Autorità palestinese.

Il 5 ottobre 2021, un uomo palestinese impila banconote presso uno sportello di cambio valuta nella città di Ramallah, in Cisgiordania. (ABBAS MOMANI/AFP)

Molto è cambiato da quegli accordi del 1994.

Poiché sono più inclini alle transazioni digitali, le banche israeliane non vogliono riassorbire la cartamoneta accumulata in Cisgiordania, ma non circolano velocemente nell’economia israeliana.

La Banca d’Israele cita la sicurezza come un’altra ragione.

“Sottolineiamo che i trasferimenti di denaro incontrollati possono essere utilizzati in modo improprio, in particolare per il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, e non saranno conformi agli standard internazionali per prevenire il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo”, ha affermato la banca in una nota.

Soluzioni?

Le banche palestinesi hanno cercato di incoraggiare i clienti a moderare i loro depositi in contanti, ma rischia di limitare il capitale a disposizione delle banche, il che potrebbe ridurre la loro capacità di prestare.

La crisi dell’eccedenza di liquidità ha suscitato nuove richieste da parte di alcuni esperti palestinesi, a sostegno dell’evitare lo sceicco, a favore di una valuta palestinese separata o della diffusione in Cisgiordania, compreso il dinaro giordano.

L’Autorità monetaria palestinese sta esortando la banca israeliana a ritirare più valuta forte.

READ  Gudlo: Manjin, il cinema "crea una bella coppia" combatte i costi e l'agenda fiscale dei democratici

Ma Melheim ha sottolineato che i palestinesi devono anche “continuare a sviluppare tecnologie finanziarie” e muoversi verso pagamenti senza contanti.

I dipendenti del Times of Israel hanno contribuito al rapporto.

Impara l’ebraico in un modo divertente e unico

Ricevi il messaggio di Israele … ma tu Ottenere È? Non solo è il quadro generale che trattiamo in queste pagine, qui hai l’opportunità di capirne di più Dettagli importanti e succosi della vita in Israele.

In Ebraico in strada per la comunità di Times of IsraelOgni mese impariamo diverse frasi ebraiche colloquiali intorno a un tema comune. Queste sono lezioni audio di ebraico pungenti, pensiamo che ti piaceranno davvero.

Scopri di più

Scopri di più

sei già un membro? Accedi per smettere di guardarlo

Sei serio. Lo appreziamo!

Ecco perché veniamo a lavorare ogni giorno – per fornire a lettori brillanti come te informazioni da leggere sul mondo israeliano ed ebraico.

Quindi ora abbiamo una richiesta. A differenza di altre testate giornalistiche, non creiamo un libro paga. Ma poiché il giornale che produciamo è così costoso, invitiamo i lettori che sono importanti per il Times of Israel a unirsi al nostro lavoro The Times of Israel Community.

Mentre ti godi The Times of Israel, puoi aiutare a sostenere la nostra rivista di qualità fino a $ 6 al mese Gratuito, Oltre all’accesso a contenuti esclusivi disponibili solo per i membri della comunità di Times of Israel.

Unisciti alla nostra community

Unisciti alla nostra community

sei già un membro? Accedi per smettere di guardarlo

READ  La festa è finita: Deepavali soffoca in aria pericolosa e malsana a Delhi