I passeggeri delle crociere australiani incagliati descrivono la “peggiore esperienza della nostra vita”

Notizie dagli Stati Uniti

Una coppia australiana rimasta bloccata su un'isola africana dopo essere stata abbandonata da una nave da crociera norvegese ha parlato del loro calvario, definendolo “la peggiore esperienza della nostra vita”.

Doug e Violeta Sanders hanno detto che hanno dovuto arrangiarsi da soli dopo che il tour privato che hanno fatto durante una sosta la scorsa settimana sull'isola di Sao Tome ha superato il tempo necessario per tornare sulla Norwegian Dawn e non è stato loro permesso di salire a bordo della nave. Lo riferisce Sky News Australia.

Doug e Violeta Sanders

“È stata la peggiore esperienza della nostra vita essere abbandonati in quel modo in un paese straniero, senza poter parlare la lingua portoghese e africana”, ha detto Violeta al programma Sunrise di Seven.

“Non abbiamo soldi e le nostre carte di credito non sono accettate”, ha aggiunto.

A loro e ad altri sei passeggeri non è stato permesso di tornare sulla nave, che salpava senza di loro.

Alba norvegese Cristoforo Sadowski

L'ambasciata degli Stati Uniti in Angola ha assistito i passeggeri rimasti bloccati e questi si sono imbarcati su un volo per il Gambia nella speranza di unirsi alla nave a Banjul, ma la nave non è riuscita ad attraccare a causa della bassa marea e si è trasferita in Senegal.

Un rappresentante della Norwegian Cruise Line ha affermato che i passeggeri stavano effettuando un tour privato, non un tour organizzato dalla compagnia.

Jill e Jay Campbell stavano “contemplando” di non terminare la loro crociera. Jill e Jay Campbell

“Lavoriamo a stretto contatto con i tour operator locali per garantire che i viaggi siano pianificati secondo il nostro programma per garantire un arrivo tempestivo al porto. Il viaggio in cui si trovava questo gruppo non è stato organizzato da noi ma da noi stessi. Pertanto, non siamo in contatto con i tour operator il loro turista.

READ  L'Ucraina avverte di ulteriori attacchi russi alle infrastrutture energetiche

L'avvocato James Diamond di TWC Lawyers ha affermato che la “regola ferrea” è che la nave può partire una volta effettuata la chiamata finale.

Alla coppia è stato vietato di tornare sulla nave da crociera dopo aver mancato l'orario di imbarco. Jill e Jay Campbell

“Pagano un sacco di soldi per l'ormeggio e l'affitto dello spazio”, ha detto al programma. “Hanno dei momenti in cui devono andarsene, e quei tempi sono pubblicati e sfortunatamente so che è moralmente scorretto, ma hanno il diritto di andarsene.”

Tra quelli bloccati c'erano gli americani Jill e Jay Campbell.

I passeggeri hanno attraversato sette paesi diversi in 48 ore per raggiungere Dakar, in Senegal, dove sono finalmente tornati sulla nave, secondo Sky News.

Carica altro…




https://nypost.com/2024/04/03/us-news/stranded-australian-cruise-passengers-describe-worst-experience-of-our-lives/?utm_source=url_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site%20buttons

Copia l'URL di condivisione

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply