Il futuro di Ramaphosa è bilanciato dallo scandalo delle “fattorie” in Sudafrica

  • La commissione ha scoperto che il presidente potrebbe aver commesso una cattiva condotta
  • Ramaphosa ha negato qualsiasi addebito
  • L’esecutivo dell’ANC si riunisce venerdì per discutere i risultati
  • Rand, Bond scivola sulla speculazione che Ramaphosa potrebbe andarsene

CAPE TOWN (Reuters) – Il futuro di Cyril Ramaphosa come presidente sudafricano è in bilico giovedì, poiché il suo ufficio ha detto che sta esplorando le opzioni dopo che un rapporto ha trovato prove che potrebbe aver commesso una cattiva condotta per una scorta di denaro rubato dal suo gioco. Azienda agricola.

Il rapporto di un gruppo di esperti nominato dal Presidente si è concentrato sulle accuse secondo cui i ladri hanno trovato e sequestrato milioni di dollari in contanti in mobili presso la fattoria di gioco Vala Vala del capo multimilionario nel 2020, un furto che è venuto alla luce solo nel giugno 2020.

Il furto ha sollevato interrogativi su come Ramaphosa, che è salito al potere promettendo di combattere la corruzione, abbia ottenuto il denaro e se lo abbia reso pubblico.

Il capo ha detto che è stata addebitata una somma di denaro molto inferiore, i proventi delle vendite del gioco, e che ha denunciato il crimine quando ne ha sentito parlare. Ha negato qualsiasi addebito e non è stato accusato.

Il suo portavoce ha detto che Ramaphosa aveva “tutte le opzioni sul tavolo” e stava ancora consultando le raccomandazioni del rapporto. Si è scusato per i precedenti commenti che suggerivano che Ramaphosa avrebbe potuto rilasciare una dichiarazione giovedì.

Il rand è sceso di oltre il 4% rispetto al dollaro prima di ridurre le perdite e le obbligazioni sovrane sudafricane sono scese bruscamente sulla speculazione che Ramaphosa avrebbe lasciato l’incarico.

READ  I funzionari di Taiwan e degli Stati Uniti si aspettavano che Pelosi visitasse Taiwan

Il più grande partito di opposizione del paese, l’Alleanza democratica, ha indetto elezioni anticipate e il rapporto ha gettato nella crisi l’African National Congress al potere.

Minaccia anche gli sforzi di Ramaphosa per rilanciare la fiducia degli investitori nell’economia più industrializzata dell’Africa, dopo un decennio di scandali di corruzione sotto l’ex presidente Jacob Zuma.

L’ANC ha detto che il suo comitato esecutivo si incontrerà per discutere il rapporto del comitato venerdì mattina, ritardando un precedente piano per incontrarsi giovedì.

Il ministro degli Esteri sudafricano Naledi Pandor ha definito il rapporto della commissione un “momento molto preoccupante” in un’intervista alla prossima conferenza Reuters e ha invitato due ministri del governo a dimettersi da Ramaphosa.

Un portavoce dell’unità di polizia d’élite (Hawks) ha dichiarato che la sua indagine sul furto alla fattoria di Ramaphosa è ancora in corso, mentre la banca centrale ha affermato di non aver commentato l’indagine sul controllo dei cambi.

I media hanno soprannominato il caso “Farmgate”.

Dimissioni chiamate

L’ANC dovrebbe tenere una conferenza elettorale alla fine di questo mese che deciderà se Ramaphosa si candiderà per un secondo mandato con l’ANC alle elezioni del 2024.

“Penso che il presidente dovrebbe dimettersi ora e rispondere al caso”, ha scritto su Twitter l’ex moglie di Zuma, Nkosazana Dlamini-Zuma, che ha perso per poco il concorso per la leadership dell’ANC del 2017 contro Ramaphosa.

“CR DEVE dimettersi ora!” ha scritto il ministro del turismo Lindiwe Sisulu, che questo mese ha fatto campagna per essere eletto leader dell’ANC.

READ  L'ultima guerra tra Russia e Ucraina: cosa sappiamo il giorno 233 dell'invasione | Ucraina

Una dichiarazione del parlamento afferma che Ramaphosa ha rinviato la sua apparizione programmata in parlamento giovedì per rispondere alle domande dei legislatori e ha chiesto al presidente del Senato di “considerare attentamente … la prossima azione da intraprendere”.

Le raccomandazioni del comitato non sono vincolanti per i legislatori che dovrebbero discutere il rapporto il 6 dicembre. L’African National Congress detiene la maggioranza dei seggi in Parlamento.

Se i legislatori decidono di procedere con il processo di impeachment, la fase successiva sarebbe quella di creare un comitato di impeachment con poteri molto maggiori – compreso il potere di citazione – rispetto al gruppo di esperti nominato dal relatore.

Tale commissione avrà il potere di raccomandare la rimozione dall’incarico di Ramaphosa, una decisione che dovrà essere presa dal Parlamento.

Roelph ha scritto da Cape Town e Winning da Johannesburg. Segnalazione aggiuntiva di Bhargav Acharya e Tim Cox a Johannesburg Montaggio di Olivia Komwenda Mtambo, James Macharia Chigg, Mark Heinrichs e Andrew Heavens

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply