Israele afferma che Libano e Israele concordano un accordo sui confini marittimi

  • L’inviato americano sta prendendo contatti indiretti per concludere l’affare
  • Libano e Israele hanno una storia di conflitti
  • L’accordo consentirà l’esplorazione energetica e allevierà la fonte di tensione

BEIRUT/GERUSALEMME (Reuters) – Il primo ministro israeliano Yair Lapid ha dichiarato martedì che Libano e Israele hanno raggiunto un accordo storico per delimitare un confine marittimo conteso tra di loro.

Sebbene la portata dell’accordo sia limitata, l’accordo potrebbe rappresentare un importante compromesso tra paesi con una storia bellica, aprire la strada all’esplorazione energetica offshore e alleviare la fonte delle recenti tensioni tra paesi.

“Questo è un risultato storico che migliorerà la sicurezza di Israele, inietterà miliardi nell’economia israeliana e garantirà la stabilità dei nostri confini settentrionali”, ha affermato Lapid in una nota.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

La presidenza libanese ha affermato in una dichiarazione vista da Reuters che il presidente Michel ha affermato in precedenza che i termini della bozza finale ricevuta dall’inviato statunitense Amos Hochstein soddisfano il Libano e che spera di annunciare l’accordo il prima possibile.

In precedenza, il consigliere per la sicurezza nazionale israeliana Eyal Holata ha dato una valutazione positiva:

“Tutte le nostre richieste sono state soddisfatte e le modifiche che abbiamo richiesto sono state corrette”, ha affermato in una nota. “Abbiamo protetto gli interessi di sicurezza di Israele e siamo sulla buona strada per un accordo storico”.

Hochstein fa la spola tra le parti che non hanno relazioni diplomatiche.

Il gruppo libanese pesantemente armato e sostenuto dall’Iran Hezbollah non ha commentato i dettagli delle proposte durante i negoziati indiretti, ma ha affermato che sarebbe d’accordo con la posizione del governo libanese.

READ  Una telefonata trapelata rivela uno scontro a fuoco tra Putin e Macron

Il leader di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah, il cui gruppo ha combattuto numerose guerre con Israele, ha anche ripetutamente messo in guardia contro un’escalation se l’accordo non garantisce i diritti marittimi del Libano. Nasrallah dovrebbe parlare più tardi martedì.

In precedenza, il negoziatore libanese Elias Bou Saab ha detto a Reuters che se tutto andrà bene, “gli sforzi di Hochstein potrebbero presto portare a un accordo storico”.

Ha detto che il Libano ritiene che l’ultima bozza “tiene conto di tutti i requisiti del Libano e crediamo che l’altra parte dovrebbe provare lo stesso”.

Mentre Israele ha portato avanti la produzione e l’esportazione, gli sforzi del Libano hanno vacillato a causa di disfunzioni politiche.

La scoperta del gas sarebbe un enorme vantaggio per il Libano, che è stato impantanato in una crisi finanziaria dal 2019. In definitiva, una tale scoperta potrebbe rimediare all’incapacità di lunga data del Libano di produrre elettricità sufficiente per i suoi residenti.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Taymour Al-Azhari e Laila Bassam di Beirut). Lobel Maya a Gerusalemme. Scritto da Timur Azhari / Tom Perry e Mayan Lobel. Montaggio di Leslie Adler, Chris Reese, Raju Gopalakrishnan, Philippa Fletcher

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply