L’attore di Hong Kong Kenneth Tsang muore in un hotel di quarantena

I media locali hanno riferito che l’attore veterano di Hong Kong, Kenneth Tsang, è morto mentre si trovava in un hotel di quarantena COVID-19 nella città della Cina meridionale.

Tsang è meglio conosciuto a livello internazionale per i suoi ruoli d’azione nel film di James Bond del 2002 Die Another Day, “Killer” di John Woo nel 1989, Rush Hour 2 nel 2001 con Jackie Chan e Chris Tucker e nel film del 1998 “The Replacing Assassins” per Along con Cho Yun Fat e Mira Sorvino.

Tsang era stato sottoposto a una quarantena di sette giorni dopo essere tornato da Singapore lunedì e il personale lo ha trovato svenuto sul pavimento della sua camera d’albergo mercoledì, secondo il South China Morning Post e altri media.

Il South China Morning Post ha detto che Tsang aveva 87 anni, ma altre fonti hanno detto che ne aveva 86.

La causa della morte non è stata rivelata e il giornale ha affermato di essere risultato positivo al virus e di non avere condizioni mediche di base.

In tutto, Tsang ha guadagnato 237 crediti di recitazione, principalmente in produzioni cinematografiche e televisive di Hong Kong, in particolare in film di polizia e arti marziali, secondo la sua pagina IMDb.

Nato a Shanghai, Tsang ha iniziato a recitare dopo essersi laureato in architettura all’Università della California, Berkeley, e ha debuttato nel 1955. Solo nel 1969, ha ottenuto oltre 20 film e ha continuato a recitare fino alla sua morte.

Tsang è stato sposato tre volte e ha un figlio dalla prima moglie, Lan Di, e una figlia dalla seconda moglie, Barbara Tang.

Hong Kong sta affrontando un nuovo focolaio della variante altamente contagiosa dell’Omicron e richiede a tutti i viaggiatori in arrivo di sottoporsi a una quarantena fino a 14 giorni.

READ  Wendy Williams pianifica podcast in pieno svolgimento, coda di celebrità

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply