L’inflazione complessiva negli Stati Uniti aumenta a novembre, ma rimane bassa per l’anno

Contare: Il dipartimento del lavoro ha riferito venerdì che i prezzi all’ingrosso negli Stati Uniti sono aumentati dello 0,3% a novembre.

Gli economisti intervistati dal Wall Street Journal avevano previsto un aumento dello 0,2%.

Questo è il terzo guadagno mensile consecutivo dello 0,3% nell’indice PPI. L’inflazione in ottobre e settembre è stata rivista al ribasso rispetto a una precedente stima di un aumento dello 0,2%.

Escludendo la volatilità dei prezzi alimentari, energetici e commerciali, l’indice principale dei prezzi alla produzione è salito dello 0,3% a novembre, rispetto allo 0,2% del mese precedente.

L’inflazione dei prezzi alla produzione negli ultimi 12 mesi è scesa al 7,4% dall’8,1% del mese precedente. Questo è in calo rispetto al picco dell’11,7% di marzo.

Nell’ultimo anno, i prezzi core sono aumentati del 4,9% dal 5,4% di ottobre.

Dettagli chiave: I costi dell’energia sono scesi del 3,3% a novembre, dopo un aumento del 2,3% nel mese precedente.

I prezzi dei prodotti alimentari sono aumentati del 3,3% dopo un aumento dello 0,8% nel mese precedente.

I prezzi dei servizi alle imprese sono aumentati dello 0,7% a novembre dopo due cali mensili consecutivi.

Quadro generale: Nonostante un novembre più caldo del previsto, l’inflazione all’ingrosso ha mostrato un calo costante rispetto al picco di marzo.

Il mercato si sta concentrando maggiormente sul rapporto sull’inflazione dei prezzi al consumo, previsto per martedì prossimo, un giorno prima della decisione della banca centrale sui tassi di interesse.

Reazione del mercato: Future su azioni DJIA,
+0,55%
Un’inversione a sorpresa ai guadagni mensili rifiutata. Il rendimento della nota del Tesoro a 10 anni TMUBMUSD10Y,
3,527%
è salito al 3,5%.

READ  Guida definitiva per acquistare una pavimenti palestra gomma nel 2022 - I migliori 40 compilati!

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply