Condividi

Il sistema di pagamento di Google, Android Pay, è in arrivo anche a Singapore. Il suo debutto sul territorio cinese conferma la volontà del colosso di Mountain View di allargare il raggio d’azione della sua nuova modalità di pagamenti attraverso il sistema operativo Android.

Android Pay sbarca a Singapore

Android Pay dopo essere sbarcato nel continente europeo, in Inghilterra, ora è pronta a conquistare il continente asiatico. Il suo sbarco a Singapore è il primo passo verso un’espansione di questa nuova modalità e-payment sviluppata da Google. Le modalità di utilizzo sono davvero semplici, basterà posizionare lo smartphone su appositi dispositivi alla cassa. Tramite il modulo NFC avverrà il trasferimento del denaro di carte registrate, che fanno parte del circuito Visa o Mastercard che hanno aderito al progetto di Google. Il pagamento sarà supportato da varie applicazioni, e man mano più istituti di credito aderiranno al progetto. Non mancano garanzie e tutele del servizio che Big G mette a disposizione dei clienti.

In Italia purtroppo questa tecnologia non è ancora approdata, ma ci sembra anche superflua in quanto c’è una percentuale davvero irrisoria di esercizi commerciali in grado di attuare questa tipologia di pagamento.

La risposta di Google ad Apple Pay sta prendendo sempre più consensi, e grazie alla diffusione dei dispositivi Android nel mondo potrà superare la modalità di pagamento di IOS in poco tempo.

 

Lascia una risposta