Condividi
HoloLens

Forse siamo davvero arrivati a un punto in cui la fantasia cinematografica non è più tale ma è diventata la realtà in cui viviamo: questo verrebbe da pensare scoprendo gli HoloLens, i pc werable che funzionano sulla piattaforma con Windows 10.

Che cos’è HoloLens

HoloLens, molto “semplicemente”, è una sorta di pc portatile (le capacità tecniche sono quasi le stesse) indossabile (werable) che gira con Windows 10 e che è comandabile con i gesti delle dita della mano e con la voce. Se ricordate Tom Cruise in Minority Report avrete chiaro di cosa si tratta. Molto più chiaramente questo dispositivo è un caschetto realizzato da Microsoft che è stato presentato durante un evento relativo all’intelligenza artificiale e all’industria 4.0. Indossato il caschetto, che ha una visiera semitrasparente che permette di vedere la realtà circostante, vengono proiettati degli ologrammi, al momento delle finestre, con le quali interagire.

Le applicazioni per i dispositivi HoloLens

Sono state presentate alcune demo da utilizzare con gli HoloLens, alcune davvero molto interessanti. Ad esempio c’è ne è una molto utile per gli interior design: infatti una volta scansionato l’ambiente – l’operazione richiede pochi secondi – è possibile inserire e spostare con le dita un qualsiasi tipo di arredo, da un divano a un mobile, in modo da vedere come si inseriscono negli spazi, sostituendo e migliorando quanto oggi si fa con le ricostruzioni in 3D.

Una seconda demo riguarda la nota applicazione Skype. Durante le videoconferenze è possibile interagire e condividere lo spazio circostante con coloro con cui si sta tenendo la conversazione, “incollando” le finestre dei programmi e del browser alle pareti, come fossero manifesti.

Infine l’altra demo è molto interessante per il settore training. Sugli HoloLens si può simulare il funzionamento di qualsiasi sistema, scomponendolo e insegnando a chi visualizza la sessione di training a operare su quel determinato sistema. In tal modo, invece di spostare le persone per assistere a corsi di aggiornamento, si spostano i file (con tutte le conseguenze sull’abbattimento dei costi e dei tempi) per spiegare cosa fare, come riparare, come montare, un determinato oggetto.

Lascia una risposta