Condividi
chiamate vocali

Uno degli elementi di maggior successo delle app di messaggistica istantanea riguarda le chiamate vocali, un servizio che ora è stato introdotto anche da Telegram, nell’ultima versione aggiornata, la 3.18.

Le chiamate vocali su Telegram

Telegram 3.18 è stato rilasciato al momento solo per i Paesi dell’Europa Occidentale, Italia compresa, e nel corso delle prossime settimane sarà disponibile per il download anche per i Paesi del resto del mondo. Ovviamente l’applicazione è disponibile sia per i dispositivi con sistema operativo Android che iOS.

Telegram, con l’introduzione delle chiamate vocali, si allinea quindi anche alle altre app, colmando un gap che aveva acquisito nel corso di questi anni. In realtà la scelta non era stata fortuita ma voluta, con l’obiettivo di puntare ad altri servizi e introdurre le chiamate solamente quando sarebbe stato possibile garantire un servizio qualitativamente alto e sicuro. Com’è possibile fare ora, come assicurano da Telegram.

Come funzionano le chiamate vocali su Telegram

Le chiamate vocali su Telegram sono cifrate e garantiscono la sicurezza delle comunicazioni. La privacy è assicurata ed è possibile controllarla semplicemente confrontando il proprio schermo con quello del proprio interlocutore sui quali vengono proiettate quattro emoji, come fosse il classico gioco Mastrmind. Inoltre questa funzionalità è in continua crescita e sviluppo con una tecnologia di autoapprendimento grazie alla quale la qualità delle chiamate vocali su Telegram migliorerà nel corso del tempo anche in base a quanto verrà utilizzata, con il sistema di machine learning.

Per chi non volesse usufruire di questo servizio non ha nulla da temere; infatti è possibile disattivare la funzione semplicemente recandosi nel menu Impostazioni, quindi nella sezione Privacy e Sicurezza e, ancora, alla voce Chiamate vocali dove poter disattivare o successivamente riattivare la funzionalità. Sempre nel menu impostazioni è possibile monitorare costantemente la quantità di dati consumati, per evitare utilizzi eccessivi e rimanere sprovvisti prima del rinnovo della propria offerta.

Lascia una risposta