Cosa può fare il governo per fermare o rallentare l’inflazione?

Il tasso di inflazione statunitense è salito dell’8,5% a marzo, rispetto ai 12 mesi precedenti, segnando l’aumento più alto dal 1981, secondo il Indice dei prezzi al consumo presso il Ministero del Lavoro.

Tra febbraio e marzo, l’inflazione è aumentata dell’1,2%, facendo Il più grande salto mensile dal 2005.

Secondo molti economisti e altri esperti finanziari, l’aumento della domanda dei consumatori in un’economia, corrispondente a una diminuzione dell’offerta, è il principale fattore che guida l’inflazione. La guerra in Ucraina, hanno detto, ha anche portato a prezzi più alti, in particolare i prezzi del petrolio e dei generi alimentari.

E il governo è vincolato dall’intervento, secondo gli esperti che hanno parlato con ABC News.

Gli esperti hanno anche detto ad ABC News che l’inflazione potrebbe essere un problema nei prossimi mesi, con uno che afferma addirittura che si aspetta che continui per anni.

I fattori trainanti dell’inflazione

I consumatori tradizionalmente spendono la maggior parte dei loro soldi in servizi, ma durante una pandemia la domanda si è spostata verso le materie prime, Stacy Tisdale, giornalista finanziaria e fondatrice di Blocco dei mezzi di pagamento ha detto ABC News.

“Ho assistito a questo crollo, ho visto i produttori non essere in grado di tenere il passo con quella domanda, ho visto le sfide che i produttori devono affrontare a causa del COVID, e poi ho assistito a interruzioni della catena di approvvigionamento. E questo è tutto tipo su cosa si basa tutto questo”, ha detto Tisdale.

Gli esperti hanno affermato che il mancato soddisfacimento della forte domanda dei consumatori con forniture adeguate è il principale motore dell’inflazione.

“Il fattore più importante che ha spinto l’inflazione è stata la domanda insolitamente forte, i consumatori hanno più soldi nei loro conti bancari, tassi di interesse più bassi per prendere in prestito a prezzi delle azioni più forti e molti più soldi che hanno risparmiato perché non hanno speso molto nel 2020”, ha affermato Jason Furman , professore di pratica presso l’Università di Harvard ed ex consigliere economico del presidente Barack Obama che ha servito come capo economista e membro del gabinetto.

READ  Il CEO di Twitter afferma che due leader se ne andranno, interrompendo le assunzioni durante l'acquisizione di Musk

“Ciò è stato esacerbato di recente da cose come l’aumento dei prezzi del petrolio dovuto a [Russian President Vladimir] “Putin ha invaso l’Ucraina”, ha aggiunto.

Alcuni esperti ritengono che il denaro dello stimolo abbia esacerbato la domanda in aumento.

“Abbiamo pompato molta domanda nell’economia, in particolare il salvataggio degli Stati Uniti all’inizio del 2021, dove abbiamo dato a tutti $ 1.400”, ha affermato David Wessel, direttore dell’Hutchins Center for Fiscal and Monetary Policy presso la Brookings Institution.

“Con il senno di poi, potremmo mettere molti soldi nelle tasche delle persone: loro vogliono spenderli, ma il lato dell’offerta dell’economia non è in grado di assorbire il rapido aumento della domanda che deriva dallo stimolo fiscale e dal fatto che le persone stanno iniziando a rilassarsi sulla pandemia”.

Furman ha affermato che l’inflazione negli Stati Uniti è peggiore che in altri paesi sviluppati, in parte a causa del denaro di stimolo del governo.

“Gli Stati Uniti hanno più inflazione di qualsiasi altra economia avanzata”, ha detto Furman. “Forse perché abbiamo una risposta fiscale maggiore. Nessun altro paese ha inviato assegni della scala che abbiamo fatto noi”.

Altri esperti concordano sul fatto che i pagamenti di stimolo abbiano contribuito all’inflazione, ma affermano che i pagamenti ampiamente distribuiti non sono la causa. Il governo ha distribuito tre round Assegni per gli americani Durante la pandemia come sollievo finanziario, nella speranza di rilanciare l’economia.

“Puoi certamente sostenere che il pacchetto di stimolo ha certamente contribuito al tasso di inflazione, ma non avevi grandi pacchetti di stimolo in Europa. E stanno ancora guardando a un’inflazione del 7,5%”, Dean Baker, un anziano ha affermato l’economista e co-fondatore del Center for Economic Research e la politica per ABC News.

Baker ha affermato che l’invasione russa dell’Ucraina ha spinto i prezzi del gas “a un massimo storico” e ha sollevato preoccupazioni per i raccolti dall’Ucraina, uno dei principali esportatori globali di grano.

READ  L'autista dice che Tesla è rimasta bloccata a 83 miglia all'ora sulla California Highway

“Ci sono reali preoccupazioni che molto di quello non verrà coltivato o non possa essere esportato. Abbiamo assistito a un enorme aumento del prezzo del grano e di una serie di altri prodotti agricoli negli ultimi due mesi circa dalla guerra”.

Cosa può fare il governo?

Con l’aumento della domanda dei consumatori come principale motore dell’inflazione, gli esperti hanno affermato che non c’è molto che il governo possa fare per combattere l’inflazione, ma sono d’accordo sul fatto che la Fed dovrebbe aumentare i tassi di interesse.

“La cosa principale è che la Fed alzi i tassi di interesse, inizi a vendere attività. L’obiettivo è aumentare il costo del denaro preso in prestito per acquistare una casa o un’auto, o per acquistare impianti e attrezzature aziendali. Ciò ridurrà la domanda nell’economia , crescita economica lenta e inflazione lenta”.

“Quanto influisca su qualcuno di questi è incredibilmente incerto”, ha aggiunto.

Baker ha concordato, dicendo che “la mancanza di interesse non ha senso data la forza del mercato del lavoro”.

Per aiutare a far scendere i prezzi del petrolio, Baker ha affermato che se il governo si impegnasse a sostenere il mercato petrolifero in una certa misura, potrebbe incoraggiare le compagnie petrolifere, bruciate dal crollo del prezzo del petrolio del 2014, ad aumentare la produzione più rapidamente.

“Questo è abbastanza recente nella mente delle persone che sono riluttanti ad andare avanti con lo scavo. Quindi un modo per cercare di contrastarlo è che l’amministrazione Biden … può impegnarsi a sostenere il mercato”, ha detto Becker.

READ  I fastidiosi passeggeri di American Airlines colpiti con multe record dalla FAA | Trasporto aereo

Un tale impegno, ha detto Baker, sarebbe che se i prezzi del petrolio scendessero al di sotto di un certo livello, il governo acquisterebbe barili per rifornire la riserva strategica, sostenendo così i prezzi del petrolio.

Wessel ha suggerito che anche l’amministrazione Biden potrebbe annullare Le tariffe nell’era Trumpche può portare a prezzi all’importazione più bassi; Aumentare le tasse o tagliare la spesa per eliminare la domanda dall’economia.

Cosa verrà?

L’inflazione potrebbe rimanere un problema per i prossimi mesi, ma gli esperti non sono d’accordo su quanto potrebbe durare.

“Ho visto alcuni segnali [Consumer Price Index] Ciò suggerisce che potremmo aver superato il peggio, ma mi aspetto che l’inflazione rimanga alta per almeno altri 18-24 mesi”.

Foreman ha detto che l’inflazione potrebbe continuare per anni.

“Forse parte dell’inflazione è temporanea. Non credo che il tasso di inflazione reale sottostante nell’economia sia dell’8%. Ma probabilmente non è nemmeno del 2%. Quindi l’inflazione dovrebbe iniziare a scendere un po’, ma è così non è probabile che si avvicini dove vuole la Fed. “arriva”.

“Potrebbe facilmente rimanere elevato per gli anni a venire. Potremmo essere fortunati e potrebbero scomparire tutti magicamente”. [Or] Potremmo avere una recessione, che potrebbe farla andare via. Penso che lo scenario più probabile sia che continui per diversi anni”.

“Le persone dovrebbero pianificare tassi di interesse più elevati, quindi cose come i mutui e i prestiti auto stanno diventando più costosi. Dovrebbero pianificare che i tassi rimangano alti. Tuttavia, devono capire che è ancora un mercato del lavoro molto forte. Quindi ci sono molti di opzioni commerciali là fuori”, ha detto Foreman.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply