Elon Musk può far funzionare i numeri di Twitter?

Tuttavia, i tassi di interesse sui prestiti riflettono il rischio di non essere rimborsati. Le banche non trattengono i prestiti ma li vendono ad altri investitori sul mercato, quindi se Twitter non può pagare i suoi debiti, Musk dovrà pagare quegli investitori, magari vendendo più azioni Tesla, oppure può rinunciare a parte della sua proprietà di Twitter, che diluisce la sua quota.

La capitalizzazione di mercato di Tesla era di 902 miliardi di dollari a venerdì, ma le sue azioni sono diminuite di circa il 20% da quando il signor Musk ha rivelato per la prima volta, all’inizio di aprile, di aver acquistato una grossa partecipazione in Twitter. Se le finanze di Twitter peggiorano, costringendo Musk a vendere più azioni Tesla per ripagare il debito di Twitter o impegnare più azioni come garanzia per i suoi prestiti personali, ciò potrebbe esercitare ulteriore pressione sul prezzo delle azioni di Tesla. Mr. Musk non riceve uno stipendio da Tesla ma viene pagato in azioni emesse in base a traguardi di performance che includono il prezzo delle azioni della società.

Da quando il signor Musk ha rivelato per la prima volta la sua partecipazione, il Nasdaq, ricco di tecnologia, è sceso di oltre il 10%, facendo sembrare la sua offerta ancora più generosa. “È un prezzo elevato e gli azionisti lo adoreranno”, ha detto Musk. Un messaggio al consiglio di amministrazione di Twitter. Sebbene le azioni della società di social media siano state scambiate al di sopra dell’offerta di Musk solo sei mesi fa, sono scese lontano da quel prezzo all’inizio di quest’anno e sembra improbabile che tornino presto a quei massimi.

READ  L'autista dice che Tesla è rimasta bloccata a 83 miglia all'ora sulla California Highway

Il signor Musk ha preso in considerazione l’idea di collaborare con società di investimento nel suo tentativo di acquistare Twitter, il che ridurrebbe la quantità di denaro che avrebbe dovuto investire personalmente. Potrebbe ancora collaborare con un’azienda o altri investitori come i family office per aiutare a raccogliere fondi, secondo due persone che hanno familiarità con le discussioni.

Thoma Bravo, la società di acquisizione incentrata sulla tecnologia, ha espresso la volontà di fornire alcuni finanziamenti, ma non è stata ancora presa alcuna decisione. Apollo, un gestore patrimoniale alternativo, ha anche considerato un potenziale accordo in cui estendere il prestito a condizioni favorevoli.

Se i conti dell’accordo diventano sgradevoli per il signor Musk, ha una via d’uscita: una commissione di rottura di $ 1 miliardo. Per un uomo con una fortuna stimata in oltre 200 miliardi di dollari, è un piccolo prezzo da pagare.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply