Il Chicago Park District rilascia una dichiarazione dopo che il Riot Fest ha dichiarato che lascerà Douglas Park – NBC Chicago

Nota dell’editore: è stata rivelata la nuova location per “RiotLand” del Riot Fest per il 2024. La nostra ultima storia può essere trovata qui. La nostra storia originale continua di seguito.

Il Chicago Park District ha rilasciato una dichiarazione dopo che gli organizzatori del Riot Fest, un festival che si tiene al Douglas Park di Chicago dal 2015, hanno affermato che lascerà la sua sede attuale a causa della “mancanza di cura per la comunità” da parte del Park District.

“Il Riot Fest lascerà Douglas Park”, si legge in parte in un videomessaggio pubblicato martedì sulle pagine dei social media del Riot Fest. “E – lasciatemi essere limpido come il cielo azzurro nell’estate più profonda – il nostro esodo è dovuto esclusivamente al Chicago Park District. La loro mancanza di preoccupazione per la comunità, tu e me, alla fine non ci ha lasciato scelta.

Il video era un messaggio a scorrimento, posizionato davanti a un divano in pelle con sopra un’immagine incorniciata della parola “OZ”. Inserito da Riot Fest martedì sera. Il video, lungo un minuto, attribuito al co-fondatore del festival Mike Petryshyn, criticava il distretto del parco per le sue azioni nelle negoziazioni sulla sede dell’evento, dicendo che gli organizzatori del Riot Festival erano “stanchi di essere il frutto più basso”.

Il messaggio continuava: “Sono stanco di stare ai loro giochi. Sono stanco di vedere qualcosa che amo essere costantemente usato come distrazione dalla loro impotenza interiore”.

Oltre alla partenza del parco di Chicago, gli organizzatori hanno affermato che il programma del festival 2024, previsto per il 20-22 settembre – e nuovi dettagli sul suo nuovo evento chiamato “RiotLand” – saranno rivelati mercoledì, a partire dalle 10:00.

READ  Il giorno di apertura di "Dune 2" il lordo è stato di 32 milioni di dollari

“Sebbene il nostro sipario si sia chiuso a Douglas Park, un altro sipario si è aperto”, si legge nella lettera. “Si chiama RiotLand. È qualcosa che non hai mai visto prima. Ed è atteso da tempo.”

Il festival musicale di tre giorni è iniziato nel 2005, originariamente utilizzando una combinazione di luoghi prima di trasferirsi all’Humboldt Park di Chicago. Nel 2015, il festival si è trasferito a Douglas Park, ma negli ultimi anni è diventato oggetto di disapprovazione da parte della comunità, comprese petizioni per rimuovere il festival dal parco.

In una dichiarazione inviata via email alla NBC Chicago durante la notte, il Chicago Park District ha affermato che il distretto ha lavorato “instancabilmente per bilanciare gli interessi della comunità e dei nostri organizzatori di eventi speciali”.

“Le voci della comunità sono molto importanti per il nostro processo decisionale, motivo per cui un processo globale di coinvolgimento della comunità è una componente necessaria per valutare una richiesta di permesso”, si legge in parte nella dichiarazione. “L’anno scorso, gli organizzatori del Riot Fest hanno completato con successo questo processo, hanno ottenuto un permesso e hanno ospitato il loro evento a Douglas Park.”

Di seguito è riportato il comunicato completo del Park District.

Il Chicago Park District ha indirettamente appreso che gli organizzatori del Riot Fest hanno dichiarato che non intendono portare avanti il ​​loro evento a Douglas Park il prossimo settembre. La richiesta di autorizzazione per l’evento non è stata ritirata ed è infatti in attesa di approvazione provvisoria da parte del Consiglio dei Commissari della contea di Park. Questo processo di approvazione è stato stabilito dal Consiglio due anni fa per la revisione dei permessi per eventi speciali e garantisce che gli organizzatori coinvolgano la comunità per ottenere feedback sull’impatto sulla comunità e il dialogo sulle modifiche alla produzione degli eventi che dovrebbero essere prese in considerazione per affrontare le preoccupazioni della comunità.

Il Chicago Park District ha lavorato instancabilmente per bilanciare gli interessi della comunità e dei nostri organizzatori di eventi speciali. Le voci della comunità sono fondamentali per il nostro processo decisionale, motivo per cui un processo globale di coinvolgimento della comunità è un elemento necessario nella valutazione di una richiesta di autorizzazione. L’anno scorso, gli organizzatori del Riot Fest hanno completato con successo questo processo, ottenendo un permesso e ospitando il loro evento a Douglass Park.

Per gli eventi su larga scala, le nostre massime priorità sono ridurre al minimo l’impatto sulla comunità, proteggere le risorse del nostro parco e garantire che gli organizzatori pianifichino un evento sicuro e ben organizzato. È essenziale che l’organizzatore dell’evento collabori e comprenda la comunità in cui viene ospitato l’evento. Prima dell’approvazione del Consiglio, chiediamo loro di coinvolgere i residenti locali, le organizzazioni comunitarie, i funzionari eletti, le imprese e il Comitato consultivo del Parco per fornire informazioni dettagliate relative all’evento.

Quest’anno, il Chicago Park District ha rafforzato il proprio impegno nei confronti della comunità annunciando la creazione di una nuova iniziativa per reinvestire una parte del fondo derivante dalle entrate degli eventi direttamente nei parchi che ospitano eventi speciali con 3.000 o più partecipanti. I parchi che ospitano eventi di più giorni con 3.000 o più ospiti riceveranno un reinvestimento diretto del 10% delle spese di autorizzazione riscosse dagli organizzatori dell’evento più eventuali spese di ripristino del parco. Una parte fondamentale dell’iniziativa sono le opportunità di coinvolgimento a cui i residenti saranno invitati a partecipare per fornire feedback su potenziali progetti di miglioramento del capitale.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply