La Federal Trade Commission avvia una causa contro l'acquisizione di Capri Holdings da parte di Tapestry

In comunicato stampaLa Federal Trade Commission ha affermato che la società combinata danneggerebbe acquirenti e dipendenti. Tapestry e Capri “attualmente competono su tutto, dall'abbigliamento agli occhiali alle scarpe”, ha detto.

“Con l'obiettivo di diventare un acquirente seriale, Tapestry sta cercando di acquisire Capri per rafforzare la sua posizione nel settore della moda”, ha dichiarato Henry Liu, direttore del Bureau of Competition della FTC. “Questo accordo minaccia di privare i consumatori della concorrenza per borse a prezzi accessibili, mentre i lavoratori a ore perderanno i benefici di salari più alti e condizioni di lavoro più favorevoli”.

Tapestry ha sostenuto che l’agenzia federale “fraintende fondamentalmente il mercato e il modo in cui i consumatori fanno acquisti”.

Dovrebbe conquistare il business dei consumatori che fanno sempre più acquisti attraverso marchi, canali e fasce di prezzo, ha affermato la società in una nota.

“La conclusione è che Tapestry e Capri devono affrontare la pressione competitiva di prodotti sia a prezzi più bassi che più alti”, ha affermato. “Nel presentare questo caso, la FTC ha scelto di ignorare la realtà dell’attuale settore globale del lusso, dinamico e in espansione, da 200 miliardi di dollari”.

Tapestry ha affermato che si opporrà all'accordo in tribunale e lavorerà “rapidamente per concludere l'accordo nell'anno solare 2024”.

Tapestry ha annunciato la proposta di acquisizione in agosto. Si prevedeva che l’accordo si concludesse nel 2024. In una dichiarazione finanziaria del 10 aprile, Tapestry ha affermato di aver ricevuto l’approvazione dalle autorità di regolamentazione in Europa e Giappone, ma di essere ancora in attesa dell’approvazione da parte dei funzionari statunitensi.

Quando Tapestry ha rivelato l’accordo, il CEO Joanne Crevoiserat ha dichiarato alla CNBC che le due società combinate sarebbero state in grado di raggiungere più clienti in tutto il mondo. Insieme, le due società genereranno un fatturato annuo di oltre 12 miliardi di dollari e saranno presenti in più di 75 paesi.

READ  Opinione | L’opposizione di Biden alla fusione dell’acciaio statunitense è l’opposizione di Trump

Sia Tapestry che Capri sono stati messi sotto pressione, poiché i consumatori rimangono più selettivi riguardo alle spese discrezionali. Tuttavia, Capri, in particolare, era più vulnerabile a causa della maggiore dipendenza di Tapestry dai grandi magazzini e da altri rivenditori di massa.

Tapestry, guidato da Crevoiserat, ha innalzato il profilo del marchio Coach, ha attirato gli acquirenti più giovani e ha cercato di fare affidamento sulla moda e sulla fedeltà, piuttosto che su forti sconti, per ottenere vendite e profitti più elevati. La stragrande maggioranza delle vendite di Tapestry avviene attraverso il suo sito web e i propri negozi, con il commercio all'ingrosso che rappresenta solo il 10% circa delle vendite a livello globale nel trimestre fiscale più recente.

Alla chiusura di lunedì, quest'anno le azioni Tapestry erano aumentate di circa il 10% rispetto alle azioni Capri, che erano scese di circa il 24% nello stesso periodo.

Questa storia è in evoluzione. . Si prega di controllare nuovamente per gli aggiornamenti

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply