La nuova mappa mostra tutte le cose nell’universo

I ricercatori hanno utilizzato i dati del Dark Energy Survey e dell’Antarctic Telescope per ricalcolare la quantità totale e la distribuzione della materia nell’universo. Hanno scoperto che c’è circa sei volte più materia oscura nell’universo rispetto alla materia normale, una scoperta che si allinea con le misurazioni precedenti.

Ma il team ha anche scoperto che la questione era meno agglomerata di quanto si pensasse in precedenza, una scoperta dettagliata in a si sedette a partire dal tre Tutti i documenti di ricerca sono stati pubblicati questa settimana su Physical Review D.

il Indagine sull’energia oscura osserva i fotoni di luce nelle lunghezze d’onda visibili; il Telescopio del Polo Sud La luce è vista nelle lunghezze d’onda delle microonde. Ciò significa che il South Pole Telescope sta monitorando il fondo cosmico a microonde, la radiazione più antica che possiamo vedere, risalente a circa 300.000 anni dopo il Big Bang.

Il team ha presentato i set di dati dei rilievi coinvolti in due mappe del cielo; Hanno quindi sovrapposto le due mappe per comprendere il quadro completo di come la materia è distribuita nell’universo.

ha affermato Eric Baxter, astronomo dell’Università delle Hawaii e uno dei coautori del documento di ricerca Pubblicazione. “L’elevata accuratezza e robustezza delle fonti di distorsione dei nuovi risultati rendono particolarmente convincente il fatto che potremmo iniziare a scoprire buchi nel nostro modello cosmologico standard”.

materia oscura Qualcosa Nell’universo non possiamo osservarlo direttamente. Sappiamo che esistono a causa dei loro effetti gravitazionali, ma non possiamo vederli diversamente. La materia oscura costituisce circa il 27% dell’universo, Secondo il CERN. (La materia ordinaria costituisce circa il 5% del contenuto totale dell’universo.) Il restante 68% Consiste in energia oscura, una categoria non ancora confermata distribuita uniformemente in tutto l’universo e responsabile dell’accelerazione dell’espansione dell’universo.

Telescopio del Polo Sud.

Il Dark Energy Survey ha ancora tre anni di dati da analizzare e il South Pole Telescope sta attualmente dando uno sguardo nuovo al fondo cosmico a microonde. Nel frattempo, l’Atacama Cosmological Telescope (in alto nell’omonimo deserto cileno) sta conducendo un’indagine di fondo altamente sensibile. Con i nuovi microdati dell’inchiesta, I ricercatori potrebbero essere in grado di inserire un file norma cosmologica Esempio di prova difficile.

Nel 2021 Atacama Il telescopio ha aiutato gli scienziati a inventare un Nuova misurazione accurata Per l’età dell’universo: 13,77 miliardi di anni. Ulteriori indagini sul fondo cosmico a microonde potrebbero anche aiutare i ricercatori ad affrontare la tensione di Hubble, un disaccordo tra due dei modi migliori per misurare l’espansione dell’universo. (A seconda di come lo misuri, i ricercatori hanno escogitato due numeri diversi per il tasso di questa espansione.)

Man mano che i metodi di osservazione diventano più accurati e più dati vengono raccolti e analizzati, queste informazioni possono essere restituite a modelli cosmologici più ampi per determinare dove abbiamo sbagliato in passato e condurci a nuove linee di indagine.

Di più: l’antimateria può viaggiare facilmente attraverso la nostra galassia, dicono i fisici

READ  Perseverare su Marte vede un pezzo del suo carrello di atterraggio

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply