Le aspettative del mercato immobiliare sono cambiate radicalmente nell’ultimo mese

Secondo le ultime previsioni di Freddie Mac, le aspettative sui prezzi delle case negli Stati Uniti sembrano improvvisamente molto diverse rispetto a solo un mese fa.

Il prezzo aumenterà solo dello 0,5% nel 2024 e nel 2025, Lo ha detto giovedì il colosso dei mutui. Questo è diminuito drasticamente da quello Previsioni di marzoquando prevedeva un aumento dei prezzi delle case del 2,5% nel 2024 e del 2,1% nel 2025. Le prospettive per il 2024 sono particolarmente penalizzate rispetto all'inizio dell'anno, quando I prezzi sono aumentati del 2,8%.

Il percorso meno aggressivo verso l’aumento dei prezzi delle case sembra certamente una buona notizia per i potenziali acquirenti. Ma se combinato con scorte ancora limitate e tariffe più elevate per un periodo più lungo, il quadro generale non è un gran miglioramento.

“Sebbene la domanda immobiliare sia forte a causa di un'ampia percentuale di millennial che acquistano case per la prima volta, devono affrontare le sfide degli alti tassi ipotecari e della carenza di case disponibili per la vendita”, ha affermato Freddie Mac nella sua dichiarazione di aprile. “Ci aspettiamo che queste sfide persistano nel 2024 principalmente in assenza di tagli significativi dei tassi di interesse, che manterranno in vigore l’effetto di blocco dei tassi e manterranno il volume totale delle vendite di case al di sotto dei cinque milioni nel 2024”.

Con il panorama economico stabile, la differenza principale rispetto all’ultimo mese risiede nelle aspettative sui tassi di interesse e su quando la Federal Reserve potrebbe iniziare ad allentare la politica monetaria.

Una serie di dati sull’inflazione più caldi del previsto all’inizio dell’anno ha gradualmente eroso le speranze che i tagli dei tassi della Fed fossero imminenti. Ciò ha portato i rendimenti obbligazionari statunitensi e i tassi di interesse ipotecari a salire costantemente.

READ  Studio del calo maggiore di XRP nel 2024: calo del 32% in 2 giorni

Martedì, poi, il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha confermato le preoccupazioni di Wall Street affermando che, dato il forte mercato del lavoro e i restanti progressi necessari sull’inflazione, i tassi di interesse rimarranno dove sono “per tutto il tempo necessario”.

I rendimenti dei titoli del Tesoro sono saliti a livelli più alti, con il tasso di interesse a 10 anni che ha superato il 4,6%, facendo salire anche gli altri oneri finanziari. Il tasso dei mutui trentennali è salito sopra il 7% per la prima volta quest'anno, secondo una lettura di Freddie Mac avvenuta giovedì.

Questi sviluppi avvenuti nell'ultimo mese sembrano essere stati il ​​principale catalizzatore del significativo downgrade di Freddie Mac nelle prospettive del mercato immobiliare.

A marzo si aspettava che i tagli dei tassi d'interesse da parte della Fed iniziassero già in estate, con il tasso d'interesse ipotecario che sarebbe rimasto sopra il 6,5% durante il secondo trimestre per poi scendere nella seconda metà dell'anno. Anche se le scorte rimarranno limitate, “un numero sempre maggiore di acquirenti di case per la prima volta continuano a inondare il mercato immobiliare” e a spingere i prezzi delle case al rialzo.

Queste previsioni sono state rimosse dalle previsioni di aprile. Invece, Freddie Mac ha detto che la Fed è ora in modalità “aspetta e vedi” prima di iniziare l’allentamento, e ha rifiutato di fornire indicazioni più specifiche sui tassi di interesse. “Ci aspettiamo quindi che i tassi ipotecari rimangano elevati più a lungo.”

Le nuove previsioni arrivano mentre l’aumento dei prezzi delle case e dei tassi ipotecari ha tenuto molti americani fuori dalla proprietà. Redfin ha recentemente affermato che il costo di proprietà di una casa è ufficialmente il più alto mai visto.

READ  Un giudice federale del Texas blocca una norma dell’American Labour Council che renderebbe più facile per i lavoratori aderire a un sindacato

I potenziali acquirenti che hanno resistito lo scorso anno erano stanchi di aspettare, poiché i millennial che erano in ritardo nel mettere su famiglia non potevano aspettare così a lungo, ha detto Glenn Kellman, CEO di Redfin. Ha detto di non aver mai visto nulla di simile prima, definendola “la situazione peggiore” per il mercato immobiliare.

“Il settore immobiliare è in crisi, e il resto dell’economia è in forte espansione”, ha detto Kelman.

Iscriviti alla newsletter quotidiana del CFO per rimanere aggiornato sulle tendenze, sui problemi e sui dirigenti che plasmano la finanza aziendale. Registrati GRATIS.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply