Le banche centrali si stanno preparando a segnalare il percorso di tassi di interesse più bassi in una settimana cruciale

Viene visualizzata una schermata di annuncio del tasso della Federal Reserve mentre un trader lavora sul pavimento della Borsa di New York (NYSE), 2 novembre 2022.

Brendan McDiarmid | Reuters

il Riserva federale degli Stati UnitiE Banca centrale europea E Banca d’Inghilterra Si prevede che aumenteranno nuovamente i tassi di interesse questa settimana, mentre fanno i loro primi annunci politici per il 2023.

Gli economisti osserveranno da vicino la retorica dei politici alla ricerca di indizi sul percorso dei futuri aumenti dei tassi quest’anno, mentre le tre principali banche centrali tentano di progettare un atterraggio morbido per le loro economie senza consentire all’inflazione di riprendere slancio.

Notizie sugli investimenti correlati

CNBC Pro

Si prevede che tutte e tre le banche riconfermeranno i loro impegni per riportare l’inflazione verso obiettivi vicini al 2%, ma i recenti dati positivi hanno alimentato le speranze che le banche centrali possano finalmente rallentare il ritmo degli aumenti dei tassi.

Nick Schutters, direttore del reddito fisso presso Aegon Asset Management, ha affermato che il compito degli osservatori del mercato è quello di “dedurre telegraficamente” dalle conferenze stampa di questa settimana ciò che il presidente della Federal Reserve Jerome Powell e il presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde pensano del “tasso finale”. e come Finché intendono mantenere vincolata la politica monetaria prima di iniziare la normalizzazione.

Il Federal Open Market Committee conclude la sua riunione mercoledì, prima che la Banca d’Inghilterra e la Banca centrale europea emettano le loro decisioni giovedì.

Alimentato

Dalla riunione del FOMC di dicembre, i dati economici che mostrano un indebolimento della crescita dei salari e delle pressioni inflazionistiche, insieme ad altri preoccupanti segnali di crescita dell’attività, hanno rafforzato la tesi secondo cui la Fed dovrebbe attuare un aumento dei tassi di 0,25 punti percentuali, un marcato spostamento verso il basso rispetto Mosse giganti Visto nell’anno 2022.

il Il mercato sta ora valutando questa possibilitàMa la domanda chiave è cosa segnalerà il FOMC sugli aumenti dei tassi nel 2023.

“Riteniamo che il modo migliore per pensare al percorso della Fed quest’anno sia in termini di obiettivo da raggiungere piuttosto che di livello obiettivo del tasso monetario che verrà raggiunto”, Goldman Sachs Lo ha detto venerdì in una nota il capo economista statunitense David Merkel.

READ  L'inflazione al consumo nella capitale giapponese è aumentata al ritmo più veloce degli ultimi 40 anni

“L’obiettivo è continuare nel 2023 ciò che il FOMC ha iniziato con tanto successo nel 2022 mantenendo l’economia su un percorso di crescita sub-potenziale al fine di riequilibrare costantemente ma delicatamente il mercato del lavoro, che dovrebbe a sua volta creare le condizioni per la stabilizzazione dell’inflazione correttamente.” sostenibile.al 2%.”

BNP Paribas afferma che la Federal Reserve americana probabilmente non cambierà presto

I funzionari della Fed hanno indicato che c’è ancora molta strada da fare prima di poter essere certi che l’inflazione si stabilizzerà a questo livello. La Merkel ha affermato che sarebbe necessario un “significativo riequilibrio del mercato del lavoro”, poiché il divario tra posti di lavoro e lavoratori è ancora superiore di circa 3 milioni rispetto al livello pre-pandemia.

Ciò richiederà una traiettoria di crescita più lenta per un periodo più lungo. Goldman Sachs prevede un aumento di 25 punti base mercoledì, seguito da altri due rialzi della stessa entità a marzo e maggio, con mosse che aumenterebbero il tasso obiettivo per il tasso sui fondi federali a un picco compreso tra il 5% e il 5,25%.

“Potrebbero essere necessari aumenti minori se la recente debolezza della fiducia delle imprese catturata dai dati del sondaggio riduce le assunzioni e gli investimenti più di quanto pensiamo, per sostituire ulteriori aumenti dei prezzi”, ha affermato Merikli.

“Ma potrebbero essere necessari ulteriori aumenti se l’economia si riprendesse man mano che svanisce l’onere della crescita dovuto al precedente inasprimento della politica fiscale e monetaria”.

Ha suggerito che l’incertezza sul ritmo della crescita potrebbe indurre la Fed a “ripristinare” e trovarsi in uno schema “stop and go” sui tassi di interesse nel corso dell’anno.

Banca centrale europea

Giovedì la Banca centrale europea ha alzato di 50 punti base Si è impegnato a continuare il corso per affrontare l’inflazionema vi è ancora incertezza sull’andamento del futuro tasso di prezzo.

L’inflazione è diminuita nell’area dell’euro Per il secondo mese consecutivo a dicembre, mentre martedì lo ha rivelato L’economia del blocco è cresciuta inaspettatamente dello 0,1%. Nel quarto trimestre del 2022 per ridurre i timori di recessione.

L’atteso aumento di mezzo punto porterebbe il tasso sui depositi della BCE al 2,5%. Il consiglio dovrebbe inoltre definire piani dettagliati per ridurre il portafoglio APP (Asset Purchase Program) per un totale di 60 miliardi di euro (65 miliardi di dollari) tra marzo e giugno.

READ  Dow Jones cade richieste di sussidi di disoccupazione, PIL; CarMax precipita in "problemi di accessibilità delle auto"

In una nota di martedì, Berenberg ha previsto che la BCE “probabilmente” confermerà la sua precedente guida per un altro aumento di 50 punti base a metà marzo, seguito da un ulteriore inasprimento nel secondo trimestre.

La banca d’affari tedesca ha evidenziato che, sebbene vi siano segnali positivi nell’inflazione headline, la più stabile inflazione core – che si è attestata al 5,2% a dicembre – deve ancora raggiungere il picco.

“Prevediamo che la BCE lascerà aperta la dimensione e il numero delle sue mosse nel secondo trimestre. I rischi sono sulla nostra richiesta di un aumento del tasso di 25 punti base nel secondo trimestre per aumentare i tassi di deposito e rifinanziamento chiave al 3,25% e al 3,75% rispettivamente.”, ha detto il capo economista di Berenberg Holger Schmieding il 4 maggio è rialzista.

Presidente della BCE: la politica fiscale e monetaria devono lavorare di pari passo

“In linea con il mantra della BCE ‘più alto più a lungo’, il presidente della BCE Christine Lagarde probabilmente resisterà alle aspettative del mercato secondo cui la banca ricomincerà a tagliare i tassi di interesse alla fine di quest’anno o all’inizio del 2024”.

Rallentando l’aumento dei tassi da 75 punti base a 50 punti base a dicembre, la BCE ha spaventato i mercati affermando che i tassi avrebbero dovuto “aumentare significativamente a un ritmo costante per raggiungere livelli sufficientemente contenuti”. Schmieding ha detto che questa frase sarà da tenere d’occhio giovedì:

“La BCE probabilmente confermerà che sta avanzando a un ‘ritmo costante’ (leggi: 50 punti base a marzo e forse oltre) senza pre-impegnarsi a una mossa di 25 punti base o 50 punti base a maggio”, ha affermato Schmieding.

“Ma poiché i tassi ora saranno di 50 punti base più alti di quanto non fossero durante l’ultima conferenza stampa della BCE, le colombe potrebbero suggerire che la BCE ora dovrebbe usare un termine leggermente più leggero di ‘significativamente’.

Banca d’Inghilterra

La principale differenza tra la missione della Banca d’Inghilterra e quelle della Federal Reserve e della Banca centrale europea è il persistere di prospettive cupe per l’economia del Regno Unito.

Tuttavia, la Banca aveva previsto in precedenza che l’economia britannica sarebbe entrata nella sua recessione più lunga di sempre Il prodotto interno lordo è cresciuto inaspettatamente dello 0,1% a novembre Dopo aver superato anche le aspettative in ottobre, indicando che la recessione potrebbe non essere così profonda come promesso.

READ  Le azioni stanno rinunciando ai guadagni iniziali mentre i trader faticano a trovare il loro punto d'appoggio nel 2023

Tuttavia, lunedì il Fondo monetario internazionale ha abbassato le sue previsioni per la crescita del PIL del Regno Unito nel 2023 a -0,6%, rendendola la principale economia con le peggiori performance al mondo, dopo la Russia.

La maggior parte degli economisti si aspetta una decisione del Comitato di politica monetaria divisa a favore Un altro aumento di 50 punti base Giovedì – alzare il tasso di interesse della banca al 4% – ma ci aspettiamo un tono più accomodante rispetto agli ultimi incontri.

Barclays prevede che il voto si dividerà 7-2 a favore di un “forte” aumento singolo di 50 punti base, con previsioni per le telecomunicazioni in calo a 25 punti base a marzo.

Il CEO di Lloyds afferma che i prezzi delle case nel Regno Unito scenderanno dell'8-10% quest'anno

“Ciò può essere indicato dalla rimozione o dall’attenuazione dell’elemento ‘forte’ della forward guidance. Tale aggiustamento sarebbe coerente con la nostra richiesta di due recenti aumenti di 25 punti base a marzo e maggio, con un aumento finale del tasso al 4,5% , “hanno detto gli analisti della banca. Briton in una nota venerdì.

Victoria Clark, capo economista britannico presso Santander CIB, si aspetta una maggioranza molto più stretta di 5-4 sul MPC a favore di un aumento di 50 punti base, con i quattro oppositori divisi tra “nessun cambiamento” e un aumento di 25 punti base. Ha detto che la banca “non ha opzioni facili”.

“Data la preoccupazione per i danni che l’inflazione sottostante potrebbe causare, riteniamo che la maggioranza del MPC considererebbe un aumento del tasso bancario al 4,00% come una gestione prudente del rischio, ma non pensiamo ancora che vorrebbe spingere la banca tasso molto più alto di quello, ha detto Clark in una nota venerdì.

Santander si aspetta un “aumento a due cifre ma pessimistico” a febbraio e marzo, e Clark ha suggerito che il governatore Andrew Bailey osservi “con ottimismo” l’inflazione al ribasso, mentre diventa sempre più preoccupato per le prospettive del mercato immobiliare del Regno Unito.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply