L’ingresso di Novak Djokovic in Australia Domande relative al visto

Quando Novak Djokovic è arrivato in Australia mercoledì, sono emerse domande sulla validità del suo visto, sulla controversia aeroportuale e sulle prove che gli era stata concessa un’esenzione medica per giocare agli Australian Open di questo mese.

Djokovic, un 20 volte campione del Grande Slam e un critico schietto degli ordini dei vaccini, non è stato in grado di entrare dopo essere stato dichiarato esente dal punto di vista medico dal mantenere il titolo dell’Australian Open a Melbourne. Nazione. Secondo le regole del concorso, i partecipanti devono essere vaccinati contro il virus corona o ricevere un’esenzione medica.

Confermati gli ufficiali di gara In una dichiarazione Martedì, Djokovic, il tennista numero 1 al mondo, ha ricevuto un’esenzione medica dopo che la sua domanda è stata esaminata da due gruppi indipendenti. Ma quando è entrato nel paese, molti alti funzionari australiani hanno presto notato un’altra domanda per il governo federale.

Il quotidiano australiano The Age riporta che l’aereo che trasportava Djokovic Atterrato all’aeroporto Tullamarine di Melbourne Erano le 23:30 ora locale di mercoledì, ma Djokovic era ancora interrogato dalle autorità. Forza di frontiera australiana Più di Sei ore dopo. Secondo diversi resoconti dei media australiani, il problema è legato al tipo di visto richiesto da Djokovic per entrare nel Paese.

Il primo ministro australiano, Scott Morrison, ha esortato il governo ad astenersi dall’entrare a Djokovic.

“Qualsiasi individuo che desideri entrare in Australia deve rispettare i nostri requisiti di frontiera”, ha detto Morrison.

“Stiamo aspettando la sua presentazione e quali prove ci fornisce per supportarla”, ha aggiunto Morrison. “Se queste prove non sono sufficienti, non sarà trattato in modo diverso da chiunque altro e tornerà a casa con il prossimo volo. Non dovrebbero esserci regole speciali per Novak Djokovic. Niente”.

READ  L'inflazione nel Regno Unito ha raggiunto il minimo da 40 anni del 9%

Nel tentativo di risolvere il problema, i funzionari di frontiera sembrano aver fatto appello alle autorità dello stato australiano di Victoria, che ospita il Melbourne Open. Ma la richiesta è stata respinta, il ministro dello sport ad interim del Victoria Jala Bulford ha scritto su Twitter che “l’approvazione dei visti è di competenza del governo federale”.

Un portavoce della polizia di frontiera ha detto di aver contattato il governo del Victoria chiedendo maggiori informazioni sui documenti di esenzione medica di Djokovic e “le loro dichiarazioni pubbliche sul loro sostegno per il suo ingresso”, ma il portavoce ha rifiutato di commentare. The Age News riporta che il governo del Victoria sostiene il suo visto.

Bullford non ha risposto immediatamente alle richieste di commento. Il Dipartimento degli affari interni australiano sovrintende alle forze di frontiera del paese; Aeroporto di Melbourne; E Tennis Australia, l’organo di governo dello sport del paese e organizzatore degli Australian Open, non ha risposto immediatamente alle richieste di commento.

La decisione di concedere l’esenzione medica a Djokovic è stata accolta con favore Sospetto e rassegnazione Da alcuni dei suoi commilitoni; La rabbia Dagli australiani; e Avvertenze sottili Dai funzionari del governo ha affermato di non essere esente dalla rigida applicazione delle regole di confine del paese.

READ  La Germania segnala un altro Govt-19: 50.196 nuovi casi

Mercoledì scorso, il ministro degli Interni australiano Karen Andrews ha affermato che il governo ha il potere di impedire a Djokovic di entrare nel paese. In una dichiarazione dal titolo,Le regole del confine australiano si applicano a tutti“Mentre il governo del Victoria e il Tennis Australia consentono ai giocatori non vaccinati di partecipare agli Australian Open, il governo del Commonwealth soddisferà le nostre esigenze al confine australiano”, ha affermato Andrews.

Se Djokovic fosse stato autorizzato a giocare, avrebbe vinto il suo decimo titolo di singolare maschile agli Australian Open. Rafael Nadal e Roger Federer si sono uniti per altri titoli del Grande Slam maschile con 20 titoli.

Djokovic ha rivelato per molto tempo Alcune scene non convenzionali Anche la scienza e la medicina (una volta sottolineò che la preghiera e la fede possono purificare l’acqua velenosa) avevano una relazione complessa con l’infezione.

Nel giugno 2020, Djokovic ha organizzato una serie di mostre in Serbia e Croazia, invitando molti dei principali giocatori del mondo, prima che i giochi potessero essere interrotti su larga scala e gli esperti considerassero sicuro raccogliere e organizzare grandi eventi. Partecipare. Sono stati costretti, molti dei quali sono stati contagiati dal virus corona, Compreso Djokovic.

Matthew Futerman ha contribuito alla segnalazione.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply