Più di 50 persone sono rimaste uccise in un’esplosione in una raffineria di petrolio illegale in Nigeria

Più di 50 persone sono state uccise e molte ferite in un’esplosione che ha scosso una raffineria di petrolio illegale nel sud-est della Nigeria, hanno detto la polizia e i funzionari nigeriani.

Il bilancio delle vittime potrebbe essere superiore a 100, secondo un rapporto del quotidiano Punch di Lagos. È stato riferito che l’incendio si è diffuso alle proprietà vicine.

Declan Imilumba, Imo State Information Commissioner, ha affermato che l’incendio è scoppiato venerdì notte e si è rapidamente diffuso a due aree di stoccaggio di carburante presso la raffineria illegale di petrolio greggio, provocando un “incendio a rapida diffusione” all’interno del complesso.

Imilumba ha affermato che la causa immediata dell’esplosione e l’entità delle morti, dei feriti e dei danni sono oggetto di indagine.

Diversi video pubblicati sui social media hanno mostrato una scena orribile, in cui i resti carbonizzati delle persone sono stati ridotti a scheletri e cenere. L’Associated Press non ha potuto verificarlo in modo indipendente.

Molte persone sono morte. “Le persone che sono morte erano tutti operatori illegali”, ha detto Michael Apatam, portavoce del comando di polizia di stato di Imo.

Un funzionario ha detto che il governo di Imo State stava cercando il proprietario della raffineria dove è avvenuta l’esplosione e lo ha dichiarato ricercato.

READ  Ultime notizie sulla Russia e la guerra in Ucraina

Le raffinerie illegali sono comuni in Nigeria, dove gli operatori commerciali loschi spesso evitano normative e tasse installando raffinerie in aree remote, fuori dalla portata delle autorità.

La Nigeria è il più grande produttore africano di petrolio greggio, ma ha pochissime raffinerie formali e, di conseguenza, la maggior parte della sua benzina e altri combustibili vengono importati, creando un’opportunità per gli operatori di raffineria illegali.

Questa pratica è così diffusa da influenzare la produzione di petrolio greggio nella regione del Delta del Niger, ricca di petrolio.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply