Ritiro alla guerra del governo di Shanghai; Pechino si concentra sui test di massa

  • 58 nuovi casi sono stati segnalati al di fuori delle aree isolate di Shanghai
  • Pechino sta testando milioni di persone
  • L’eruzione rappresenta il più grande test per la strategia “Zero-Govt” di Xi

SHANGHAI / PECHINO, 2 maggio (Reuters) – La capitale cinese degli affari, Shanghai, ha subito un duro colpo lunedì quando le autorità hanno archiviato 58 nuovi casi di COVID-19 fuori dalle aree chiuse, mentre Pechino ha fatto pressioni su milioni di persone affinché fossero testate durante le vacanze del Primo Maggio. Stavamo festeggiando.

La grave attività del virus corona a Shanghai ha provocato l’ira del raro pubblico, con i 25 milioni di persone della città intrappolate nelle loro case per più di un mese, alcune chiuse all’interno di aree residenziali e molte che lottano per proteggere i loro bisogni quotidiani.

I residenti di Shanghai hanno sospirato di sollievo alla notizia che nessun caso era stato confermato al di fuori delle aree chiuse per due giorni, ma sono rimasti delusi dalle notizie di 58 nuove epidemie lunedì.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

I funzionari non hanno commentato i nuovi casi durante la conferenza stampa, ma il pubblico è intervenuto online.

“Hanno annunciato che avrebbero eliminato i casi a livello di comunità molto rapidamente”, ha commentato una persona sul sito di social media Weibo.

In molti hanno però preso spunto dai dati che mostrano andamenti incoraggianti, con 32 nuovi decessi domenica, rispetto ai 38 del giorno prima, per un totale di 6.804 nuovi casi locali, rispetto ai 7.189 del giorno precedente.

“C’è speranza per maggio”, ha detto un altro utente di Weibo.

READ  La Russia rivendica il controllo della provincia chiave dell'Ucraina orientale

Nonostante il basso numero di casi, lunedì sono state erette alte recinzioni in alcune aree residenziali di Shanghai, anche se i funzionari hanno affermato che i dipendenti delle aziende nell’elenco delle priorità di produzione del governo potrebbero richiedere il pass se non ci fossero sette casi nell’edificio in cui vivevano. Giorni.

Il virus corona è apparso per la prima volta nella città cinese di Wuhan alla fine del 2019 e per due anni le autorità sono state in grado di contenere la maggior parte dei focolai attraverso serrature e restrizioni di viaggio.

Ma la variante Omicron in rapida diffusione ha messo alla prova la politica cinese “Zero-COVID” quest’anno, che è fondamentale per il presidente Xi Jinping, che dovrebbe assumere la terza presidenza pionieristica in autunno.

La politica del governo cinese è più alta che in tutto il mondo, dove molti governi hanno allentato le restrizioni o le hanno eliminate del tutto, cercando di “convivere con il COVID” nonostante la diffusione delle infezioni.

La Nuova Zelanda, con alcuni degli ostacoli più difficili del mondo, ha finalmente aperto i suoi confini lunedì, accogliendo migliaia di viaggiatori da tutto il mondo per la prima volta dall’inizio dell’epidemia. leggi di più

Nonostante i numeri crescenti nella seconda economia più grande del mondo e le ondate di interruzioni attraverso le catene di approvvigionamento globali, la Cina non ha dato alcuna indicazione di deviare dalla sua politica.

Nella capitale, che ha una popolazione di 22 milioni di abitanti, le autorità hanno inasprito le restrizioni COVID sui cinque giorni di festa del Labor Day, che dura fino a mercoledì, una delle stagioni turistiche tradizionalmente più trafficate. leggi di più

READ  Cinquantuno immigrati sono stati trovati morti a San Antonio, con "strati di corpi" nel rimorchio del trattore

Pechino, con dozzine di infezioni al giorno nella sua seconda settimana di focolai, non è bloccata, ma invece, almeno per ora, fa affidamento su test di massa per rilevare e isolare le infezioni.

I ristoranti di Pechino sono chiusi per pranzare e alcuni appartamenti sono chiusi. Le strade sono tranquille e i residenti fuori città devono mostrare test negativi per il virus corona per entrare nella maggior parte dei luoghi pubblici.

Gli agenti stanno monitorando lo stretto contatto dei casi confermati, avvertendoli di rimanere a casa, contattando le autorità e invitando tutti a seguire le istruzioni.

La Cina ha segnalato 7.822 nuovi casi di COVID-19 domenica, in calo rispetto agli 8.329 del giorno prima, ha affermato lunedì la Commissione sanitaria nazionale. leggi di più

Tutti i 32 nuovi decessi cinesi sono avvenuti a Shanghai, portando il bilancio totale delle vittime del Paese a 5.092 da quando è apparso il virus.

L’India, l’unico Paese con una popolazione paragonabile a 1,4 miliardi di abitanti della Cina, ha ufficialmente registrato più di mezzo milione di morti, anche se alcuni esperti di salute ritengono che il suo numero sia ancora alto.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Report di Brenda Coe, Sophie You e Tony Monroe; Scritto da Ann Marie Rondrie; Montaggio di Robert Bruxelles

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply