SpaceX e Axiom lanciano astronauti privati ​​sulla stazione spaziale

Venerdì, un astronauta della NASA in pensione e tre clienti paganti sono partiti per un viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale.

La missione è la prima ad andare alla stazione spaziale dove tutti i passeggeri sono privati ​​cittadini, ed è la prima volta che la NASA collabora all’organizzazione di una visita di turismo spaziale. Funzionari della NASA hanno affermato che il volo ha rappresentato un momento cruciale negli sforzi per stimolare i viaggi nello spazio da parte delle società commerciali.

Lo ha detto Dana Weigl, vicedirettore del programma per la stazione spaziale della NASA, durante una conferenza stampa dopo il lancio.

Ma la missione ha anche evidenziato che la maggior parte dei clienti in viaggio verso l’orbita sarà molto ricca nel breve termine. Axiom Space di Houston ha agito come tour operator, vendendo posti per il viaggio di 10 giorni, inclusi otto giorni a bordo della stazione, per $ 55 milioni ciascuno. Axiom ha assunto SpaceX per fornire il trasporto: un razzo Falcon 9 con capsula Crew Dragon, lo stesso sistema che porta gli astronauti della NASA da e verso la stazione.

Alle 11:17 ET, la missione, chiamata Axiom-1, è decollata dal Kennedy Space Center in Florida in cieli azzurri dopo un regolare conto alla rovescia.

“Benvenuto nello spazio”, un funzionario di SpaceX ha detto all’equipaggio dell’Axiom-1 poco dopo che la capsula si è staccata dal secondo stadio del razzo. “Grazie per aver pilotato Falcon 9. Vi state godendo il vostro volo verso quella fantastica stazione spaziale nel cielo.”

I clienti della missione Axiom-1 sono Larry Connor, managing partner di The Connor Group, una società di Dayton, Ohio, che possiede e gestisce appartamenti di lusso; Mark Bathy, CEO di Mavrik, una società di investimento canadese; ed Eitan Stipe, un investitore ed ex pilota dell’aviazione israeliana.

Michael Lopez Allegria, un ex astronauta della NASA che ora è vicepresidente di Axiom e comandante della missione Ax-1, li condurrà alla stazione spaziale.

“Che giro!” Il signor Lopez Allegria ha riferito tramite Twitter da Orbit.

La Stazione Spaziale Internazionale, che è lunga circa un campo da calcio, è una meraviglia tecnologica, ma il suo funzionamento costa alla NASA circa 1,3 miliardi di dollari. Sebbene la NASA voglia prolungare la vita dell’attuale stazione fino al 2030, spera che le stazioni spaziali commerciali meno costose saranno in orbita per allora.

Per la NASA, ciò significa imparare a collaborare con istituzioni private in orbita, incluso l’accoglienza di turisti spaziali, mentre Axiom e altre società devono capire come costruire attività redditizie fuori dal pianeta.

Axiom pianifica quattro o cinque di queste missioni sulla stazione spaziale, quindi ha un accordo con la NASA per collegare diverse unità che sta costruendo alla stazione spaziale. Quando la ISS si ritirerà definitivamente, questi moduli dovranno essere separati per formare il nucleo della Stazione Axiom.

“Questa è davvero la prima missione nel nostro sforzo per costruire una stazione spaziale commerciale”, ha affermato Michael T. Suffredini, presidente e CEO di Axiom che in precedenza ha lavorato alla NASA per gestire la Stazione Spaziale Internazionale.

Il turismo spaziale è salito alle stelle lo scorso anno. Blue Origin, fondata da Jeff Bezos di Amazon, ha iniziato a portare i clienti a pagamento su brevi voli suborbitali ai confini dello spazio. Virgin Galactic ha portato il suo fondatore, Richard Branson, in un breve viaggio e ha iniziato a vendere biglietti per i voli futuri.

A settembre, il lancio dello SpaceX Crew Dragon noleggiato dall’imprenditore miliardario Jared Isakman è stato il primo volo in orbita in cui nessuno dei passeggeri era un astronauta professionista. Per questa missione, chiamata Inspiration4, il signor Isaacman ha deciso di dare delle possibilità a tre persone che non potevano permettersi il viaggio da sole. Quel volo non è andato alla stazione spaziale e i quattro hanno trascorso tre giorni fluttuando in orbita prima di tornare sulla Terra.

Al contrario, ogni viaggiatore spaziale assioma spinge a modo suo e l’esperienza varia. In precedenza, i viaggiatori privati ​​diretti alla stazione spaziale – più recentemente il miliardario giapponese Yusaku Maezua – volavano su razzi russi Soyuz ed erano accompagnati da cosmonauti russi professionisti. Per questo volo, Axiom e SpaceX si occupano della missione dal lancio all’ingresso nella capsula vicino alla stazione spaziale.

READ  I fisici affermano di aver realizzato un laser atomico che può funzionare "per sempre"

Durante una conferenza stampa il mese scorso, Connor si è opposto all’essere chiamato turista spaziale.

“I turisti spaziali”, ha detto, “trascorreranno 10 o 15 ore di allenamento, da 5 a 10 minuti nello spazio”. “E comunque, va bene. Nel nostro caso, a seconda del nostro ruolo, abbiamo dedicato dalle 750 alle oltre 1.000 ore di formazione”.

Almeno in teoria, questo è il futuro a cui la NASA ha lavorato per decenni.

Nel 1984, durante l’amministrazione Reagan, la legge che ha creato la NASA è stata modificata per incoraggiare l’impresa privata extraterrestre. Ma i piani per privatizzare le operazioni delle navette spaziali della NASA furono sospesi dopo la perdita del Challenger nel 1986.

Invece, è stato il programma spaziale sovietico negli anni del comunismo in declino che ha preceduto la NASA nella vendita dell’accesso allo spazio. Quando la Stazione Spaziale Internazionale è stata aperta, l’imprenditore americano Dennis Tito è stato il primo turista ospitato dalla Russia nel 2001. La Russia ha smesso di ricevere viaggiatori privati ​​dopo il 2009; Con l’imminente ritiro delle navette spaziali, la NASA aveva bisogno di acquistare i posti disponibili sui razzi russi in modo che gli astronauti potessero raggiungerli e dalla stazione spaziale.

Negli ultimi anni, la NASA si è aperta sull’idea del turismo spaziale. Jim Bridenstine, amministratore della NASA durante l’amministrazione TrumpParlava spesso del fatto che la NASA fosse un cliente tra tanti e di come ciò avrebbe ridotto significativamente i costi per la NASA.

Ma affinché la NASA sia un cliente per molti, devono esserci altri clienti. Alla fine, altre applicazioni come la ricerca farmaceutica o la produzione a gravità zero potrebbero alla fine dare i suoi frutti.

Al momento, il mercato più promettente è quello dei ricchi che pagano per visitare lo spazio da soli.

Mentre Axiom Space ora rifiuta di commentare quando gli viene chiesto il costo per portare le persone alla Stazione Spaziale Internazionale, la compagnia ha offerto un prezzo del biglietto alcuni anni fa: $ 55 milioni per passeggero.

Gran parte del prezzo è legato ai razzi e ai veicoli spaziali necessari per raggiungere l’orbita. Una volta lì, i clienti devono anche pagare per l’alloggio e le utenze.

nel 2019, La NASA ha preparato un listino prezzi per l’utilizzo della stazione spaziale da società private. Per i turisti spaziali, la NASA ha affermato che addebiterà ad aziende come Axiom Space $ 35.000 a notte a persona per l’uso di posti letto e servizi, tra cui aria, acqua, Internet e servizi igienici. L’anno scorso, la NASA ha dichiarato di aver aumentato i prezzi per i futuri voli verso la stazione.

READ  La strana luna di Saturno, il Titano, assomiglia alla Terra e gli scienziati potrebbero finalmente sapere perché

In alcune aree, i membri dell’equipaggio dell’Axiom-1 hanno ricevuto la stessa formazione degli astronauti della NASA, in particolare per quanto riguarda le procedure di sicurezza e la vita quotidiana in orbita. La signora Weigel ha dato come esempio il gabinetto. Avevano bisogno di sapere come funzionavano i servizi igienici della stazione spaziale, ma, come ospiti, non avevano bisogno di essere addestrati su come riparare un bagno se si fosse rotto.

Durante la loro ascesa alla stazione spaziale, i visitatori di Axiom riceveranno indicazioni su cosa fare in varie emergenze e come utilizzare le strutture. “Questo in realtà sembra molto simile a quello che fanno i nostri equipaggi per il primo giorno e mezzo”, ha detto la signora Weigel.

Quindi, gli astronauti Axiom decolleranno e svolgeranno le proprie attività, che includono 25 esperimenti scientifici che intendono condurre durante gli otto giorni sulla stazione spaziale. Le prove includono il lavoro medico pianificato con organizzazioni come Mayo Clinic, Cleveland Clinic e Montreal Children’s Hospital. Gli astronauti di Axiom condurranno anche alcune dimostrazioni tecnologiche come robot autoassemblati che possono essere utilizzati per costruire futuri veicoli spaziali nello spazio.

Le attività dei visitatori di Axiom sono coordinate con quelle degli altri membri dell’equipaggio sulla stazione spaziale in modo che le persone non cerchino di utilizzare la stessa struttura contemporaneamente.

Sono più di 1.000 pezzi di un puzzle, ha detto la signora Weigl, “La metto in questo modo, per incastrarli tutti insieme”.

Con un numero maggiore del solito di persone che risiedono nella parte degli Stati Uniti, alcuni dormitori sono temporanei in diverse parti della stazione. La signora Weigel ha detto che solo una persona avrebbe dormito nel Crew Dragon.

Ma i passeggeri dell’Axiom hanno detto che avrebbero fatto attenzione a non intralciare gli altri membri dell’equipaggio.

“Sappiamo bene che saremo ospiti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale”, ha detto il mese scorso il signor Lopez Allegria.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply