Trump ha fatto causa ai fondatori di Truth Social, chiedendo che le star di “Apprentice” perdano le loro azioni

Donald Trump ha intentato una causa contro due cofondatori di Trump Media and Technology Group (TMTG), la società madre del suo Truth Social network, sostenendo che hanno costituito impropriamente la società e che avrebbero dovuto perdere le loro quote nell'impresa.

TMTG è stata quotata in borsa la scorsa settimana, godendo di un notevole debutto sul Nasdaq con azioni scambiate fino a 78 dollari prima di crollare giorni dopo quando sono emerse le insolite perdite della società nel 2023, spingendo alcuni ad avvertire che si trattava dell'ultimo esempio di volatilità. Mettere in mostra uno “stock di meme” che ha poco valore intrinseco.

Ora, il candidato presidenziale repubblicano ha intentato una nuova causa contro Andy Letinsky e Wes Moss, due ex concorrenti del suo reality show della NBC. l'apprendista Sono diventati cofondatori dell'azienda.

Letinsky e Moss avevano originariamente presentato la denuncia lo scorso febbraio in un tribunale del Delaware, cercando di impedire a Trump di adottare misure che, secondo i due, avrebbero ridotto drasticamente la loro partecipazione combinata dell’8,6% in TMGT.

La coppia ha affermato di possedere la partecipazione attraverso un accordo del 2021 firmato da Trump con la loro società, United Atlantic Ventures.

Il 24 marzo, Trump ha intentato una causa presso il tribunale civile della contea di Sarasota, in Florida, sostenendo che il duo Ha gestito male “spettacolarmente” il tentativo di rendere pubblico il TMGT diversi anni fa e poi ha tentato di “affondare l’accordo”, presumibilmente congelando l’intero progetto per più di un anno e mezzo.

READ  Airbnb, Roblox, Wynn Resorts e altro ancora

Il repubblicano accusa anche i suoi collaboratori di fallire “ad ogni turno”, prendendo “decisioni inutili” e causando “danni significativi” alle prospettive di TMGT.

La sua causa prende di mira anche la coppia in merito ai loro documenti depositati in Delaware, sostenendo che si trattava di uno dei numerosi tentativi fatti per bloccare il piano, alla fine riuscito, di TMTG di diventare pubblico. Questo obiettivo è stato finalmente raggiunto il mese scorso attraverso la fusione con una società di comodo quotata in borsa chiamata Digital World Acquisition.

Trump chiede il risarcimento dei danni dopo aver accusato Letinsky, Moss e il coimputato Patrick Orlando di “violazione dei doveri fiduciari”. Si cerca inoltre di impedire loro di possedere azioni o di nominare membri del consiglio di amministrazione della società.

L'ex presidente Donald Trump chiede che i fondatori di Truth Social perdano le loro azioni

(AP)

Le azioni della società hanno continuato a fluttuare selvaggiamente dal suo debutto a Wall Street giovedì scorso.

Martedì, il titolo ha chiuso a 51,60 dollari, in rialzo del 6% rispetto ai risultati di lunedì, valutando la società nel suo complesso a circa 5,9 miliardi di dollari.

Allo stato attuale, Trump deve aspettare sei mesi prima di vendere la sua lucrosa partecipazione in TMTG, ma potrebbe essere tentato di farlo prima, date le ingenti spese legali che dovrà sostenere.

Trump deve affrontare quattro incriminazioni penali e 88 accuse penali in quattro giurisdizioni in concomitanza con la sua candidatura presidenziale.

Secondo quanto riferito, i suoi numerosi casi giudiziari gli sono costati 230.000 dollari al giorno a febbraio. Recentemente è stato anche costretto a versare obbligazioni da 91,6 milioni di dollari e 175 milioni di dollari per appellarsi contro due distinte sentenze civili a New York contro di lui.

READ  I futures sulle azioni sono saliti giovedì mattina

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply