Zelensky rinnova la guerra alla corruzione tra gli scandali | Notizie di corruzione

Il presidente promette cambi di governo dopo le segnalazioni di corruzione nei ministeri della difesa e delle infrastrutture.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato che avrebbe apportato modifiche al governo e ai servizi di sicurezza come parte di una nuova repressione della corruzione, quasi un anno da quando la Russia ha invaso il paese.

Nel suo discorso video del lunedì sera, Zelensky non ha nominato i funzionari che sarebbero stati sostituiti, ma ha indicato che un rimpasto era imminente.

“Ci sono già decisioni sul personale – alcune oggi, altre domani – riguardanti funzionari a vari livelli nei ministeri e in altre strutture del governo centrale, nonché nelle regioni e nel sistema delle forze dell’ordine”, ha affermato il presidente.

Zelensky è stato eletto in modo schiacciante nel 2019 con la promessa di riformare il governo e affrontare la corruzione, che aveva afflitto il paese molto prima che Mosca inviasse truppe oltre confine il 24 febbraio dello scorso anno.

L’Ucraina si è classificata 122 su 180 paesi nell’indice di percezione della corruzione di Transparency International nel 2021.

Nel fine settimana è emerso che il Dipartimento della Difesa stava acquistando cibo per i soldati a prezzi esorbitanti, sollevando interrogativi sugli acquisti del governo.

Domenica scorsa, la polizia anticorruzione ha dichiarato di aver arrestato un viceministro delle infrastrutture con l’accusa di aver accettato una tangente di 400.000 dollari per facilitare l’importazione di generatori nell’Ucraina in tempo di guerra lo scorso settembre. Anche il viceministro è stato licenziato.

I media ucraini hanno riferito che un certo numero di ministri e alti funzionari potrebbero essere licenziati mentre Zelensky si muove per razionalizzare il governo.

READ  Il bilancio delle vittime del resort di Sandals: 3 americani uccisi a Exuma, secondo il primo ministro ad interim delle Bahamas

Un anziano alleato del presidente ha affermato in precedenza che i funzionari corrotti sarebbero stati imprigionati “attivamente”.

Zelenskyj ha anche annunciato lunedì che ai funzionari governativi sarebbe stato vietato viaggiare personalmente all’estero.

La mossa ha fatto seguito alle rivelazioni secondo cui il vice procuratore generale Oleksiy Simonenko è andato in vacanza in Spagna a dicembre e gennaio a bordo di una Mercedes di proprietà di un uomo d’affari di Lviv. Citando fonti delle forze dell’ordine, il quotidiano online Ukrainska Pravda ha riferito che Simonenko si era dimesso.

Lunedì, una commissione parlamentare ha deciso di inasprire le normative sugli appalti e di annunciare alcuni prezzi in tempi di controversia.

Il ministro della Difesa Oleksiy Reznikov è stato citato dai media per aver detto alla commissione che i rapporti di corruzione nel ministero erano basati su un “errore tecnico” senza fondi comuni di investimento.

L’Ufficio nazionale anticorruzione ha affermato che sta indagando sul possibile reato di appropriazione di fondi o abuso di potere in relazione all’appalto, che si dice sia stimato in oltre 13 miliardi di grivna ucraina ($ 352 milioni).

L’economia ucraina si è ridotta di un terzo lo scorso anno e il paese fa molto affidamento sugli aiuti finanziari occidentali. I donatori, tra cui il Fondo monetario internazionale e l’Unione europea, hanno ripetutamente chiesto maggiore trasparenza e una migliore governance.

READ  COP27: Il primo ministro britannico Rishi Sunak si è ritirato dal vertice sul clima

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply