Biden afferma di aver accettato l’invito della CNN a discutere di Trump il 27 giugno


Washington
CNN

Il presidente Joe Biden ha dichiarato mercoledì di aver accettato l’invito della CNN a discutere con l’ex presidente Donald Trump il 27 giugno, sfidando l’ex presidente a una resa dei conti mesi prima rispetto alle tradizionali ricadute.

“Ho ricevuto e accettato l’invito da @CNN per il dibattito del 27 giugno. A te, Donald. Come hai detto: ovunque, in qualsiasi momento, ovunque”, ha detto Biden detto in un post su X.

La sfida è l’ultimo sviluppo del dibattito tra i due rivali politici, che sta rapidamente occupando i titoli dei giornali. La campagna di Biden aveva precedentemente invitato Trump a unirsi a lui per due dibattiti presidenziali ospitati da organi di stampa e aveva formalmente notificato alla Commissione sui dibattiti presidenziali che il presidente non avrebbe partecipato ai dibattiti autunnali precedentemente programmati. L’ex presidente ha subito affermato di aver partecipato a dibattiti precedenti e ha detto al conduttore radiofonico Hugh Hewitt che avrebbe accettato qualsiasi moderatore.

Biden ha recentemente affermato che sarebbe felice di discutere con Trump, ma era indeciso sul formato di un simile dibattito, dicendo al conduttore radiofonico Howard Stern: “Sarei felice di discutere con lui”. In un video sui social media e in una lettera alla Commissione sui dibattiti presidenziali, la campagna di Biden ha esposto i termini proposti, comprese le possibili date del dibattito a giugno e settembre.

Una sfida più diretta è stata un video di Biden che parla direttamente davanti alla telecamera, diffuso mercoledì mattina.

“Donald Trump ha perso due dibattiti contro di me nel 2020. Dopo non è più venuto a un dibattito. Ora si comporta come se volesse discutere di nuovo con me”, ha detto Biden in un video in diretta diffuso mercoledì.

READ  La star di 'Star Trek: Picard', Annie Wersching, è morta a 45 anni

“Beh, rallegrami la giornata, amico, lo farò anche due volte. Allora scegliamo le date, Donald, ho sentito che sei libero il mercoledì. Biden ha continuato, riferendosi al programma dei tribunali di Trump. Nella lettera, la campagna di Biden concordava che il primo dibattito avrebbe avuto luogo dopo che l’indagine criminale di Trump sul silenzio fosse stata completata.

Mercoledì, in un post su TruthSocial, Trump ha accettato il programma rivisto: “Sono pronto e disposto a discutere di Crooked Joe nei due orari proposti a giugno e settembre”, affermando che “raccomanda vivamente” più dei due dibattiti proposti. . Un consigliere senior di Trump ha detto alla CNN che sono “disposti a discutere” con Biden e rivedere i termini, ma sono ansiosi di competere sul palco.

Commissione sui dibattiti presidenziali dichiarato Le date dei tre dibattiti presidenziali dello scorso novembre. Il primo dibattito è previsto per il 16 settembre in Texas, il secondo per il 1° ottobre in Virginia e il terzo dibattito per il 9 ottobre nello Utah.

In una lettera mercoledì, la presidentessa della campagna Biden Jen O’Malley Dillon ha sottolineato che la campagna propone il programma modificato perché le date originali “non hanno tenuto il passo con i cambiamenti nella struttura delle nostre elezioni e con gli interessi degli elettori”. La scadenza per la votazione anticipata ha reso i dibattiti della commissione uno “spettacolo di intrattenimento” e la commissione è stata “incapace o riluttante” a far rispettare le regole nei dibattiti del 2020.

La campagna ha anche proposto un dibattito per la vicepresidenza a fine luglio, dopo che il Partito Repubblicano avrà nominato il suo candidato per la carica.

La decisione della campagna di Biden di ritirarsi dalle deliberazioni della commissione fa seguito a una mossa del Comitato Nazionale Repubblicano di due anni fa. La RNC ha votato all’unanimità per ritirarsi dalla partecipazione alla Commissione imparziale sui dibattiti presidenziali, l’organismo che governa i dibattiti presidenziali sulle elezioni generali. Il ritiro è seguito a mesi di pressioni da parte dell’allora presidente Rona McDaniel sulla commissione affinché modificasse varie procedure per conto di Trump.

La richiesta di anticipare il calendario dei dibattiti può essere vista come un segnale del desiderio della campagna di coinvolgere prima gli elettori nel processo politico. La campagna ha ripetutamente diffuso sondaggi negativi secondo i quali la maggior parte degli americani non si sintonizza sul processo elettorale fino all’avvicinarsi delle elezioni.

Indire dibattiti anticipati potrebbe aiutare a eliminare candidati di terze parti che potrebbero causare problemi sia a Trump che a Biden. Per qualificarsi, i candidati devono soddisfare determinate condizioni relative all’accesso alle urne, al voto e all’idoneità costituzionale. Trump e Biden si qualificheranno sicuramente, ma candidati di terze parti come Cornel West o Robert F. Non è chiaro se Kennedy Jr. soddisferà i requisiti. La Commissione sui dibattiti presidenziali non determinerà chi ha diritto a partecipare ai dibattiti dopo il Labor Day.

Per milioni di americani, i dibattiti rappresenteranno l’esame più completo che possano offrire a qualsiasi candidato dai dibattiti che hanno portato alle elezioni del 2020 quattro anni fa.

La possibilità di vedere come entrambi i candidati diano l’esempio è fondamentale per gli elettori preoccupati per l’età di Biden e Trump. Trump compirà 78 anni il 14 giugno, giusto in tempo perché la campagna proponga il primo dibattito, mentre Biden compirà 82 anni nel novembre successivo alle elezioni.

READ  La Corea del Nord testa il primo missile del sottomarino in due anni

La campagna propone anche un cambiamento chiave che, secondo loro, renderebbe i dibattiti più sostanziali e meno appariscenti: i candidati dibattono senza un pubblico in studio.

“Come i dibattiti televisivi originali degli anni ’60, uno studio televisivo con candidati e moderatori è un modo migliore e più economico di procedere: concentrarsi solo sugli interessi degli elettori”, si legge nella lettera.

Trump ha respinto l’idea nel suo post su Truth Social, dicendo che gli piacerebbe una sede molto più grande, “per scopi motivazionali, anche se Biden ha paura della folla”.

“Dimmi quando arriverò”, ha detto Trump. “Prepariamoci per la Rissa!!!”

Da mesi i repubblicani spingono Biden a discutere con Trump. Biden aveva precedentemente programmato delle discussioni con il suo predecessore, dicendo ai giornalisti che “dipende dal suo comportamento”, ma ha rifiutato di approfondire.

La squadra di Trump è ansiosa di mettere presto l’ex presidente sul palco del dibattito per una serie di ragioni, ha detto alla CNN il mese scorso una fonte vicina alle discussioni. Ad aprile la campagna di Trump ha chiesto alla Commissione sui dibattiti presidenziali di tenere i dibattiti sulle elezioni generali di quest’anno “molto prima”. La fonte ha affermato che i dibattiti erano stati programmati dopo l’inizio delle votazioni anticipate in alcune aree e volevano che Trump contattasse gli elettori prima di prendere una decisione.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori segnalazioni.

Alayna Treene, Daniel Strauss e Kristen Holmes della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply