Le vendite al dettaglio si sono appiattite in aprile, risultando inferiori alle aspettative di Wall Street

I consumatori statunitensi hanno mostrato segnali di rallentamento nel mese di aprile.

Secondo quanto riferito, le vendite al dettaglio sono rimaste stabili nel mese Dati del Ministero del CommercioCiò solleva preoccupazioni sulla situazione dei consumatori in un contesto di inflazione costante e tassi di interesse in aumento.

Ciò rappresenta un rallentamento rispetto all’aumento mensile dello 0,6% osservato a marzo. Secondo i dati di Bloomberg gli economisti si aspettavano un aumento della spesa dello 0,4%.

“Il fatto che le vendite al dettaglio si siano arrestate in aprile non è necessariamente un segno di spesa dei consumatori, ma almeno per una volta mostra la continua prova di un consumatore inarrestabile”, ha scritto Tim Quinlan, capo economista di Wells Fargo, in una nota ai clienti.

Escludendo automobili e gas, le vendite al dettaglio sono diminuite dello 0,1% il mese scorso. Le aspettative erano per un aumento dello 0,1%.

I rivenditori al di fuori dei negozi, che includono le vendite online, hanno guidato i cali, in calo dell’1,2% rispetto al mese precedente. Anche i negozi di articoli sportivi e hobby sono scesi dello 0,9%. Nel frattempo, le vendite nei negozi di abbigliamento e accessori sono aumentate dell’1,6% durante il mese, mentre le vendite di benzina sono aumentate del 3,1%.

Quinlan di Wells Fargo ha evidenziato alcuni eventi unici che probabilmente hanno contribuito al calo. Secondo Quinlan, le vacanze di Pasqua anticipate e gli eventi di vendita di Amazon (AMZN) probabilmente aumenteranno le vendite a marzo, mentre la loro assenza ad aprile è dovuta a cali esagerati.

“Il risultato è che molte famiglie hanno spinto la domanda e hanno acquistato una serie di cose online a marzo, quindi non sorprende vedere che [nonstore retailers] In calo dell’1,2% ad aprile”, Quinlan.

READ  Lavoratori aeroportuali di San Francisco arrestati e martirizzati per "disobbedienza civile"

Altrove nei dati economici di mercoledì, una nuova lettura dell’IPC ha mostrato che gli aumenti dei prezzi al consumo statunitensi sono rallentati nel mese di aprile, un segnale positivo per gli investitori poiché una serie di tassi di inflazione più elevati del previsto all’inizio dell’anno hanno alimentato l’inflazione. Una posizione più dura da parte della Federal Reserve sui tagli dei tassi di interesse.

Per saperne di più: L’inflazione è in corso e i prezzi salgono e scendono

Mentre la Federal Reserve si muove per mantenere i tassi di interesse elevati più a lungo di quanto inizialmente previsto, gli economisti hanno monitorato attentamente eventuali segnali di debolezza nell’economia statunitense.

“La moderazione dell’indice dei prezzi al consumo ad aprile è benvenuta dopo una serie di valori in rialzo nel primo trimestre e mantiene viva la possibilità che la Fed inizi a tagliare i tassi di interesse a settembre”, ha scritto Kathy Bostiancic, capo economista di Nationwide, in una nota a clienti stamattina. Le vendite al dettaglio di aprile forniscono ulteriore supporto ai tagli dei tassi di interesse di settembre.

Le vendite al dettaglio di mercoledì sono state gli ultimi di una serie di dati economici recenti che hanno mostrato segni di vacillante crescita economica.

Ad aprile, l’economia statunitense ha creato meno posti di lavoro del previsto, mentre la disoccupazione è aumentata inaspettatamente e la crescita salariale è diminuita. Anche altri dati hanno mostrato una contrazione dell’attività manifatturiera in aprile e le richieste di disoccupazione settimanali hanno raggiunto il livello più alto da agosto 2023.

“La spesa dei consumatori sta rallentando poiché i tassi di interesse più elevati gravano sulla spesa sensibile ai tassi di interesse e mentre il mercato del lavoro rallenta”, ha scritto in una nota ai clienti Michael Pearce, vice capo economista statunitense presso Oxford Economics. “Con i bilanci complessivi che si solidificano e il mercato del lavoro che rallenta anziché crollare, prevediamo che il rallentamento rimanga graduale.

READ  Migliaia di voli in ritardo o cancellati poiché il viaggio inizia il 4 luglio

“La resilienza dell’economia consente alla Fed di concentrarsi sui dati sull’inflazione in arrivo per guidare le sue decisioni sui tassi di interesse”.

GLENDALE, CA - 26 DICEMBRE: Gli acquirenti si riuniscono presso il negozio Barnes & Noble Americana presso il Brand Mall il giorno dopo Natale, il 26 dicembre 2023 a Glendale, California.  Secondo Mastercard SpendingPulse, le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono aumentate del 3,1% su base annua durante le festività natalizie, sulla base degli acquisti in negozio e online.  (Foto di Mario Tama/Getty Images)

Gli acquirenti si riuniscono presso il negozio Barnes & Noble Americana al Brand Mall il giorno dopo Natale, il 26 dicembre 2023, a Glendale, in California. (Foto di Mario Tama/Getty Images) (Mario Tama tramite Getty Images)

Josh Schaeffer è un giornalista di Yahoo Finance. Seguitelo su X @_joshschafer.

Clicca qui per un’analisi approfondita delle ultime notizie sul mercato azionario e degli eventi che muovono i prezzi delle azioni.

Leggi le ultime notizie finanziarie ed economiche da Yahoo Finanza

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply