Bolsonaro si oppone alla perdita delle elezioni brasiliane e vuole che i voti vengano invalidati

BRASILIA, Brasile (AP) – Più di tre settimane dopo aver perso la sua candidatura per la rielezione, martedì il presidente Jair Bolsonaro ha accusato un bug del software e ha chiesto all’autorità elettorale di annullare i voti espressi nella maggior parte delle macchine per il voto elettronico in Brasile, anche se affermano esperti indipendenti che l’errore non sia così non pregiudica l’attendibilità dei risultati.

Marcelo de Pesa, l’avvocato che ha presentato la domanda di 33 pagine a nome del presidente e del suo partito liberale, ha detto ai giornalisti che un’azione del genere lascerebbe a Bolsonaro il 51% dei voti validi rimanenti e una vittoria per la rielezione.

L’autorità elettorale ha già dichiarato la vittoria del nemico di Bolsonaro, l’ex presidente di sinistra Luiz Inacio Lula da Silva, e anche molti alleati del presidente hanno accettato i risultati. I manifestanti nelle città di tutto il paese si sono fermamente rifiutati di fare lo stesso, soprattutto con Bolsonaro che si rifiuta di concedere.

Il leader del Partito Liberale Waldemar Costa e un revisore assunto dal partito hanno detto ai giornalisti a Brasilia che la loro valutazione ha rilevato che tutte le macchine precedenti al 2020 – quasi 280.000, ovvero circa il 59% del totale utilizzato nel ballottaggio del 30 ottobre – non avevano il profilo individuale. numeri nelle registrazioni interne.

Nessuno dei due ha spiegato come questo potrebbe influenzare i risultati delle elezioni, ma ha detto che stanno chiedendo all’autorità elettorale di invalidare tutti i voti espressi su quelle macchine.

Il reclamo qualificava l’errore come “non conformità irreparabile per malfunzionamento”, che metteva in dubbio la fondatezza dei rilievi.

READ  Xi ha detto che la Cina non rinuncerà mai al suo diritto di usare la forza contro Taiwan

Subito dopo, la principale autorità elettorale ha emesso una sentenza che implicava la possibilità che il partito di Bolsonaro subisse una tale sfida.

Alexandre de Moraes ha affermato che la corte non ascolterà la denuncia a meno che il partito non presenti entro 24 ore un rapporto modificato che includa i risultati del primo turno elettorale del 2 ottobre, in cui il Partito Liberale ha ottenuto più seggi in entrambe le Camere del Congresso che in qualsiasi altro altro rapporto. .

Creomar de Souza, analista politico di DHARMA Political Risk and Strategy, ha affermato che la formulazione della sentenza di de Moraes suggerisce che il Tribunale elettorale probabilmente respingerà l’appello.

L’errore non era noto in precedenza, tuttavia gli esperti hanno affermato che non influisce sui risultati. Ogni macchina per il voto può ancora essere facilmente identificata attraverso altri mezzi, come la città e il distretto elettorale, secondo Wilson Ruggiero, professore di ingegneria informatica e sistemi digitali presso il Politecnico dell’Università di San Paolo.

Diego Arana, professore associato di sicurezza dei sistemi all’Università di Aarhus in Danimarca, che ha partecipato ai test di sicurezza ufficiali del sistema elettorale brasiliano, è d’accordo.

“Non compromette in alcun modo l’affidabilità o la credibilità”, ha detto Ruggiero all’Associated Press per telefono. “La chiave per garantire l’accuratezza è la firma digitale associata a ciascuna macchina per il voto”.

Sebbene le macchine non abbiano numeri di identificazione individuali nei loro registri interni, questi numeri compaiono sulle ricevute stampate che mostrano la somma di tutti i voti espressi per ciascun candidato, ha detto Aranha, aggiungendo che l’errore è stato scoperto solo grazie agli sforzi degli elettori. Autorità per fornire una maggiore trasparenza.

READ  Wordle 335 20 maggio Suggerimenti - Lottando con Wordle oggi? TRE INDIZI PER AIUTARE A RISPONDERE | giochi | intrattenimento

La sconfitta di Bolsonaro di meno di due punti contro Da Silva il 30 ottobre è stata il più stretto dei margini dal ritorno del Brasile alla democrazia nel 1985. Anche se il presidente non ha urlato apertamente, si è rifiutato di ammettere la sconfitta O congratularsi con il suo avversario, lasciando spazio ai suoi sostenitori per trarre le proprie conclusioni.

Molti hanno protestato incessantemente, denunciando brogli elettorali e chiedendo l’intervento delle forze armate.

Decine di sostenitori di Bolsonaro si sono riuniti martedì fuori dalla conferenza stampa, addobbati con il verde e il giallo della bandiera brasiliana e cantando canzoni patriottiche. Alcuni hanno aggredito verbalmente e spintonato i giornalisti che cercavano di entrare nel locale.

Bolsonaro ha trascorso più di un anno a sostenere il sistema di voto elettronico del Brasile Vulnerabile alla frode, senza mai fornire prove.

Il figlio del presidente, il deputato federale Eduardo Bolsonaro, ha fatto eco a questa preoccupazione in una conferenza in Messico la scorsa settimana.

“Non ci fidiamo sempre di queste macchine. Vogliamo una revisione approfondita”, ha detto il giovane Bolsonaro. “Ci sono prove molto forti per ordinare un’indagine sulle elezioni brasiliane”.

Il Brasile ha iniziato a utilizzare un sistema di voto elettronico nel 1996 e gli esperti di sicurezza elettorale considerano tali sistemi meno sicuri delle schede cartacee, perché non lasciano tracce cartacee verificabili. Ma il sistema brasiliano è stato attentamente esaminato da esperti locali e internazionali che non hanno trovato prove che venga sfruttato per commettere frodi.

Il presidente del Senato Rodrigo Pacheco ha dichiarato martedì pomeriggio che i risultati delle elezioni sono “indiscutibili”.

READ  COP27: il vertice approva il fondo per il clima "per perdite e danni" in un accordo storico

Bolsonaro è stato quasi completamente isolato nella residenza ufficiale dalla sua sconfitta del 30 ottobre, suscitando diffuse speculazioni sul fatto che sia depresso o stia pianificando di aggrapparsi al potere.

In un’intervista al quotidiano O Globo, il vicepresidente Hamilton Mourao ha commentato che l’assenza di Bolsonaro era dovuta all’erisipela, un’infezione della pelle sulle gambe che, secondo lui, impedisce al presidente di indossare i pantaloni.

Per esaminarlo, il Partito Liberale ha assunto il Legal Voting Institute, un gruppo che ha criticato l’attuale sistema, dicendo che sfida la legge non fornendo una registrazione digitale di ogni singolo voto.

In un rapporto separato presentato all’inizio di questo meseL’esercito brasiliano ha affermato che c’erano difetti nei sistemi elettorali del paese e ha suggerito miglioramenti, ma non ha confermato le accuse di frode da parte di alcuni sostenitori di Bolsonaro.

Gli analisti hanno suggerito che le forze armate, che sono state una componente chiave dell’amministrazione di Bolsonaro, potrebbero aver mantenuto una parvenza di incertezza sulla questione per evitare di dispiacere al presidente. In una successiva dichiarazione, il Dipartimento della Difesa ha sottolineato che, sebbene non abbia trovato prove di frode nel conteggio dei voti, non poteva escludere la possibilità.

___

Beller segnalato da Rio de Janeiro. Lo scrittore dell’Associated Press Mark Stephenson di Città del Messico ha contribuito a questo rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply