La Banca del Canada taglia i tassi di interesse di 25 punti base al 4,75% mentre l’economia e l’inflazione rallentano. QT continua

L’aumento dei tassi di interesse sembra essere più efficace in Canada che negli Stati Uniti nel rallentare l’economia e ridurre l’inflazione.

Scritto da Wolf Richter per WOLF STREET.

“Con le continue prove che l’inflazione core è in calo”, la Banca del Canada ha affermato oggi che “la politica monetaria non ha più bisogno di essere così restrittiva”, tagliando i tassi di interesse di 25 punti base, come ampiamente previsto.

QT continuerà, si legge nella dichiarazione. La Banca del Canada ha già scaricato il 64% dei titoli aggiunti durante la pandemia.

L’obiettivo del tasso d’interesse overnight è stato ridotto al 4,75%. Il tasso di interesse bancario è del 5,0% e il tasso di interesse sui depositi è del 4,75%.

“Gli ultimi dati hanno aumentato la nostra fiducia che l’inflazione continuerà a muoversi verso l’obiettivo del 2%”, ha affermato oggi in una nota.

L’occupazione “sta crescendo a un ritmo più lento rispetto alla popolazione in età lavorativa”, si legge nella dichiarazione, riferendosi all’enorme ondata di immigrati che ha inondato il mercato del lavoro. Ha aggiunto: “Le pressioni salariali esistono ancora, ma sembrano gradualmente allentarsi”.

A causa dell’enorme ondata di migranti, il PIL pro capite è diminuito di sei volte negli ultimi sette trimestri (ad eccezione di un leggero aumento nel primo trimestre del 2023), con una crescita economica in stallo nella seconda metà dello scorso anno e molto lenta in termini di crescita. il primo trimestre dal 2023. I restanti trimestri per tenere il passo con la crescita della popolazione.

“Tuttavia, l’inflazione dei prezzi degli alloggi rimane elevata”, si legge nella nota. Quindi è questo. Se non fosse in affitto. Gli affitti aumentarono perché questa enorme ondata di immigrati aveva bisogno di alloggi in affitto, e nessuno era pronto per questo.

READ  Il miglior analista di criptovalute prevede che Brutal Ethereum (ETH) si schianterà verso la fine dell'anno: questo è il suo obiettivo

“Permangono rischi per le aspettative di inflazione”, ha affermato la Banca del Canada. “Monitora da vicino lo sviluppo dell’inflazione core e rimane particolarmente concentrato sull’equilibrio tra domanda e offerta nell’economia, sulle aspettative di inflazione, sulla crescita dei salari e sul comportamento dei prezzi delle imprese”.

Due IF per ulteriori riduzioniBanca del Canada: “Se l’inflazione continua a diminuire (#1 IF) e la nostra fiducia che l’inflazione continui a crescere in modo sostenibile verso l’obiettivo del 2% (#2 IF), è ragionevole aspettarsi ulteriori tagli del nostro tasso di interesse politico”. Lo ha detto il governatore Tiff Macklem in conferenza stampa.

Ha identificato quattro rischi per le aspettative di bassa inflazione:

“Non vogliamo che la politica monetaria sia troppo restrittiva per riportare l’inflazione al livello target, ma se tagliassimo i tassi di interesse troppo rapidamente, potremmo mettere a repentaglio i progressi compiuti. Ulteriori progressi nella riduzione dell’inflazione potrebbero essere disomogenei e i rischi permangono. “.

“Abbiamo fatto molta strada nella lotta all’inflazione”, ha aggiunto. La nostra fiducia che l’inflazione continuerà ad avvicinarsi all’obiettivo del 2% è aumentata negli ultimi mesi.

Ha affermato che “gli indicatori dell’inflazione core indicano sempre più un allentamento sostenibile” dell’inflazione. Ha citato questi quattro standard:

  • “L’inflazione CPI è scesa dal 3,4% di dicembre al 2,7% di aprile
  • “Le nostre misure preferite dell’inflazione core sono scese dal 3,5% circa dello scorso dicembre al 2,75% circa di aprile”.
  • “I tassi di inflazione core a 3 mesi sono rallentati da circa il 3,5% di dicembre a meno del 2% di marzo e aprile
  • “La proporzione delle componenti dell’IPC che aumenta più velocemente del 3% si sta ora avvicinando alla sua media storica, indicando che gli aumenti dei prezzi non sono più insolitamente ampi”.
READ  Amazon aumenta la concorrenza tra FedEx e UPS espandendo Prime a terze parti

“Tutto ciò significa che la politica monetaria restrittiva sta allentando la pressione sui prezzi”, ha aggiunto Macklem. “Con le prove sempre più continue di un calo dell’inflazione, la politica monetaria non ha più bisogno di essere così restrittiva. In altre parole, è opportuno abbassare i nostri tassi di interesse”.

Perché tassi più alti potrebbero essere più efficaci in Canada che negli Stati Uniti.

Si è discusso molto sul motivo per cui l’aumento dei tassi di interesse sembra essere più efficace in Canada che negli Stati Uniti nel rallentare l’economia e nel ridurre l’inflazione.

Parte del motivo potrebbe essere il modo in cui sono regolamentati i mutui in Canada. I tassi ipotecari prevalenti in Canada sono mutui a tasso variabile i cui tassi vengono adeguati per adattarsi ai mutuatari esistenti man mano che i tassi aumentano, o mutui a tasso fisso i cui tassi sono fissi per periodi più brevi come due o cinque anni e i mutuatari devono affrontare rinnovi a tassi molto più alti . Tassi più alti. Pertanto, sono i mutuatari esistenti a dover affrontare pagamenti ipotecari più elevati sulle case in cui hanno vissuto per anni, il che ostacola la spesa per altre cose, rallentando così la crescita della domanda.

Negli Stati Uniti, con il tipico sistema di mutui trentennali, solo i nuovi mutuatari devono far fronte a tassi di interesse ipotecari più elevati, e i mutuatari esistenti con mutui al 3% se la ridono fino in banca.

Ti piace leggere WOLF STREET e vuoi sostenerlo? Puoi donare. Lo apprezzo molto. Clicca sul boccale birra e tè freddo per scoprire come:

Vuoi essere avvisato via email quando WOLF STREET pubblica un nuovo articolo? Registrati qui.

READ  Futures azionari piatti dopo l'aumento di 400 punti del Dow Jones

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply